Le autorità russe rispondono al successo delle indagini di Navalny con Putin

Mosca | Giovedì le autorità russe stanno cercando di frenare le richieste di manifestazioni antigovernative, alimentate dai verbali di una sessione investigativa condotta dall’avversario russo incarcerato Alexei Navalny, che ha accusato Vladimir Putin di corruzione.

Questa lunga inchiesta, pubblicata martedì, accompagnata da un video di quasi due ore, accusa il presidente russo di aver approfittato di due candidati da un soggiorno di lusso sulle rive del Mar Nero. Il Cremlino ha respinto tutte queste accuse.

In un paio di giorni, il video è stato visto quasi 40 milioni di volte su YouTube. Il team di Navalny ha anche detto all’AFP di aver ricevuto quasi 10 milioni di rubli (112.000 euro) in donazioni da quando è stata avviata l’indagine.

Il video ha alimentato migliaia di post sui social media a sostegno della chiamata nazionale a manifestare sabato per la liberazione del signor Navalny da marce non autorizzate dalle autorità. I giovani sono particolarmente mobilitati su Tik Tok.

L’ufficio del procuratore generale russo ha risposto giovedì annunciando che stava preparando misure per “limitare l’accesso alle informazioni illegali” pubblicate su Internet e ha costituito “inviti a partecipare ad azioni collettive illegali il 23 gennaio 2021”.

Il giorno prima, la gendarmeria russa delle telecomunicazioni Roskomnadzor ha inviato un avvertimento a Tik Tok e Vkontakte, l’equivalente russo di Facebook, chiedendo loro di bloccare i contenuti che contano come chiamate a “minori a partecipare ad attività illegali”.

Dopo il suo arresto di domenica, al suo ritorno dalla Germania, il signor Navalny ha chiesto proteste contro il potere in tutto il paese. La sua squadra ha segnato marce in almeno 46 città della Russia.

READ  Champ e Major, i cani di Biden, sono arrivati ​​alla Casa Bianca

L’avversario stava tornando dopo diversi mesi di convalescenza dopo un presunto avvelenamento, che il Cremlino aveva accusato.

Mosca respinge le accuse, non vede prove di un crimine contro il signor Navalny e condanna un complotto anti-russo legato all’Occidente.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *