La Russia si dice pronta a riprendere i colloqui con l’Ucraina

Il negoziatore russo Vladimir Medinsky ha dichiarato domenica che la Russia è pronta a riprendere i colloqui di pace con l’Ucraina, affermando che la sua sospensione è dovuta a Kiev.

• Leggi anche: diretto | L’88° giorno di guerra in Ucraina

• Leggi anche: A Mariupol, le vite dei sopravvissuti vengono distrutte

“Da parte nostra, siamo pronti a continuare il dialogo”, ha detto in un’intervista alla televisione bielorussa Vladimir Medinsky, il consigliere del Cremlino incaricato dei negoziati con Kiev.

Ha aggiunto che “il congelamento dei colloqui è stata interamente un’iniziativa dell’Ucraina”, ritenendo che “la palla fosse nel loro campo”.

“La Russia non ha mai rifiutato i negoziati”, ha detto.

I negoziati hanno avuto luogo dopo che le forze russe sono entrate in Ucraina il 24 febbraio e non sono riuscite a catturare rapidamente la capitale.

I ministri degli esteri di Russia e Ucraina si sono incontrati a marzo in Turchia, poi le due delegazioni si sono incontrate a Istanbul, ma senza successo.

Martedì, il negoziatore ucraino Mykhailo Podolak ha affermato che i colloqui sono stati “sospesi” con la Russia che ha rifocalizzato e ripreso la sua “operazione speciale” nell’Ucraina orientale.

READ  Birmania: centinaia di monaci fuggono dai combattimenti tra l'esercito e le fazioni ribelli

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.