La rabbia negli Stati Uniti dopo che una legge repubblicana avrebbe dovuto rendere le elezioni “più sicure”.

Ignobel: Joe Biden ha schiacciato i tentativi di limitare l’accesso alle urne in diversi stati governati dai repubblicani, guidati dalla Georgia, poiché una legge controversa è stata emanata giovedì dopo la sua vittoria e poi lo storico successo di due senatori democratici.

Leggi anche: Biden 2024?

Leggi anche: Biden dice che ha intenzione di correre di nuovo nel 2024

In questo paese che ancora portava le ferite dello stato meridionale dell’apartheid, la mobilitazione delle minoranze, con gli elettori afroamericani in primo piano, ha permesso a Joe Biden di conquistare lo stato a novembre. Per la prima volta per un candidato democratico alla Casa Bianca in quasi tre decenni.

E a gennaio, i Democratici hanno cambiato l’articolo con sorprendenti vittorie dei loro due candidati, John Usoff e Raphael Warnock, contro i senatori repubblicani in carica. Due seggi hanno permesso al loro partito di riprendere il controllo del Senato.

Per Donald Trump, che non ha mai ammesso apertamente la sconfitta, le vittorie democratiche in Georgia hanno simboleggiato le “truffe” che, ha detto, hanno guastato il voto del 3 novembre. Nonostante le sue numerose cause legali, non è mai venuto alla luce

Ma negli Stati Uniti, i funzionari repubblicani stanno ora citando la “sfiducia” nei confronti del sistema elettorale come giustificazione per quasi 250 progetti di legge che potrebbero limitare l’accesso al voto in più di 40 stati.

Giovedì, il governatore repubblicano della Georgia, Brian Kemp, ha pubblicato uno di questi testi, affermando di essere “orgoglioso” della sua capacità di garantire che le prossime elezioni in Georgia sarebbero “sicure, eque e accessibili”.

L’ex vice presidente di Donald Trump, Mike Pence, ha aggiunto che questa legge consentirebbe “elezioni più eque e più sicure”.

READ  Conflitto nel Tigray | L'Eritrea ritira le sue forze dall'Etiopia

“A Sad Day for Georgia”, un ricordo del suo “passato oscuro”: il testo, al contrario, ha suscitato un grido di rabbia tra i democratici. Con il più potente altoparlante del presidente americano.

Ciò che mi preoccupa è la misura in cui l’intera iniziativa è in conflitto con i valori americani. Joe Biden ha denunciato giovedì. Ha detto indignato: “È stato deciso in alcuni stati che non si può portare l’acqua alle persone che sono in attesa di votare?”

Gli elettori a volte hanno aspettato lunghe ore per poter votare durante le giornate aperte per il voto anticipato nelle elezioni presidenziali di novembre.

Sono poi passati dei volontari per distribuire il cibo, come a Smirne, un sobborgo di Atlanta, dove la madre trascinava i suoi due figli nel carrello e le bottiglie d’acqua le distribuivano. Gli elettori, mentre i volontari della ONG World Central Kitchen hanno servito loro dei panini.

“senza fiducia”

Con la pandemia, le possibilità di votare in anticipo e per posta sono state ampliate. La legge dice “pressione” sui funzionari elettorali “con un aumento significativo delle schede elettorali inviate e delle restrizioni associate alla pandemia”.

“C’è stata un’enorme sfiducia nel sistema elettorale della Georgia”, continua.

Il testo repubblicano limita il numero di urne installate per strada per inserire le schede elettorali in qualsiasi momento (“casella a discesa”), rafforza i controlli sull’identità degli elettori che votano per posta e limita il tempo concesso per richiedere le schede elettorali per procura.

La nuova legge vieta anche di dare “cibo e bevande all’elettore”. Tuttavia, i funzionari elettorali potranno “arrivare alla fontana”.

A partire da giovedì, diverse organizzazioni che lavorano per mobilitare gli elettori in Georgia hanno presentato una denuncia contro la nuova legge repubblicana.

READ  Referendum La Svizzera vieta di coprire i volti nei luoghi pubblici

E a Washington, i democratici promettono di fare tutto il possibile per approvare un disegno di legge globale che rafforzerebbe il diritto di voto, soprattutto tra le minoranze, in tutti gli Stati Uniti.

Il leader democratico Chuck Schumer, già approvato alla Camera, ha promesso che sarà portato a votare al Senato. Ma la sua maggioranza è troppo ristretta per essere accettata così com’è, a meno che non ci sia una riforma esplosiva delle regole del Senato.

Joe Biden ha detto giovedì che cercherà di “capire come far passare” questo testo al Congresso. Senza andare oltre.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *