La madre fatale ha rifiutato di fare appello

(Canberra) – Mercoledì una corte d’appello di Sydney ha respinto una donna condannata per aver strangolato i suoi quattro figli per un periodo di 10 anni e contestando i risultati di un rapporto in cui si afferma che le giovani vittime non sono morte per cause naturali.


Rod McGirk
Agenzia di stampa

Un numero crescente di studiosi ritiene che Kathleen Fulbig sia vittima di un errore giudiziario, ma molti credono ancora che tali morti consecutive non possano essere il risultato di disgrazie.

La corte del New South Wales ha rifiutato di prendere in considerazione la sentenza del giudice, “che rende più certa la sua condanna per questi crimini”.

La richiesta di grazia presentata questo mese al governatore dello stato rappresenta ora la sua ultima speranza di liberazione anticipata. M.sono Folbigg non verrà cancellato, ma verrà rilasciato.

Questa domanda è stata firmata da circa 100 ricercatori, professionisti del settore medico e altri professionisti, inclusi due vincitori del Premio Nobel.

La 53enne è stata condannata nel 2003 per aver ucciso tre dei suoi figli e ucciso un quarto. Sta sistematicamente negando la sua colpa. È stata condannata a 30 anni di prigione, con una pena minima di 25 anni prima che potesse beneficiare della libertà condizionale.

Mercoledì ha alzato gli occhi al cielo quando ha sentito la decisione dei giudici in videoconferenza dal carcere.

“La decisione di oggi e la richiesta di clemenza sta portando più persone che mai a questo importante problema, e molte persone si chiedono giustamente come siamo arrivati ​​qui”, si legge in un comunicato stampa scritto da un amico di M.sono Fulbig, Tracy Chapman.

READ  Di fronte a una possibile incriminazione, la Trump Organization sta assumendo un nuovo avvocato

“Molti occhi internazionali sono sulla questione e molti australiani si chiedono giustamente perché Cath è ancora in prigione dopo 18 anni, in un momento in cui le prove scientifiche della sua innocenza stanno aumentando”.

I suoi avvocati ritengono che la sconfitta in appello non dovrebbe incidere sulla richiesta di amnistia.

Nessuno dei bambini M-quattrosono Folbigg è sopravvissuto solo fino all’età di due anni.

Il suo primo figlio, Caleb, morì 19 giorni dopo la sua nascita nel 1989; Poi è stata condannata per omicidio colposo. Il suo secondo figlio, Patrick, morì all’età di otto mesi nel 1991. Due anni dopo, Sarah morì all’età di dieci mesi, poi Laura morì all’età di 19 mesi nel 1999.sono Folbigg è stato il primo a colpire la scena di ogni tragedia.

Un’autopsia ha scoperto che Laura soffriva di miocardite, un’infiammazione potenzialmente fatale del muscolo cardiaco. Tuttavia, vista la morte degli altri tre bambini, il medico legale ha detto che la causa della morte era “sconosciuta”.

Patrick soffriva di epilessia e la sua morte è stata attribuita a un’ostruzione delle vie aeree dovuta a convulsioni. Gli altri due decessi sono stati attribuiti alla sindrome della morte improvvisa del lattante.

M.sono Volbij ha spiegato alla corte durante il processo che c’era una spiegazione medica per ogni morte. La laringe di Caleb era anormale e Sarah soffriva di un palato molle congestionato che potrebbe aver bloccato le sue vie aeree.

Msono Fulbig non ha testimoniato al suo processo. Tuttavia, ha testimoniato per quasi tre giorni durante la revisione forense del 2019, dopo che un medico legale ha scoperto che i bambini probabilmente erano morti per cause naturali e non c’erano prove che fossero soffocati.

READ  Una detenuta iraniano-britannica in Iran: Londra chiede alla famiglia di tacere, secondo il marito

Le juge responsable de cet examen avait anche entendu des expert dire que les fillettes présentaient ae mutation génétique anormale associée à un ritmo cardiaco infezioni irrégulier et à une mort subite thatz les enfants, et que leurs décès pouvai avoir à this moment.

L’anno scorso, la rivista Cardiology Europace ha pubblicato i risultati di 27 scienziati sulla mutazione genetica nelle ragazze e la loro convalida funzionale.

Le prove contro M.sono Folbigg è stato circostanziale. Si basavano, tra le altre cose, su vaghi scritti nei suoi diari, tra cui uno che il suo ex marito, Craig Vollegg, ha consegnato alla polizia.

Ad esempio, potrebbe leggere: “Ovviamente sono la figlia di mio padre”. Suo padre ha pugnalato a morte sua madre nel 1968, quando lei aveva 18 mesi.

I tre giudici della corte d’appello hanno stabilito che le prove presentate durante il riesame giudiziario nel 2019 erano sufficienti per concludere che era colpevole.

“Questo non è il caso […] I risultati contraddicono le prove scientifiche, hanno scritto i giudici dei risultati del 2019.

Ma i firmatari della richiesta di grazia non sono d’accordo.

“È motivo di grave preoccupazione che non ci sia alcun meccanismo per considerare adeguatamente tutte le prove mediche e scientifiche in un caso come questo”, ha detto John Shane, presidente dell’Accademia australiana delle scienze.

Ha aggiunto: “C’è ora una spiegazione alternativa per la morte dei bambini Fulbig che non dipende da prove circostanziali”.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *