La guerra in Ucraina | La caduta di Solidar: ritirata dei soldati ucraini

(Solidar) Su una strada nei pressi di Solidar, i soldati ucraini hanno lanciato un drone da ricognizione verso la linea del fronte, dove infuriavano i combattimenti nel tentativo di respingere l’offensiva russa.


L’Ucraina ha riconosciuto Mercredi che ses troupes s’étaient retirées de Soledar, una città della regione di Donetsk où s’est déroulée l’une des battailles les plus feroces depuis il début de l’invasion Russe il ya pres d’year .

“Abbiamo perso posizioni per due o tre giorni, ma ora stiamo cercando di riconquistarle”, ha detto Igor, un membro dell’unità di ricognizione aerea.

Il gruppo mercenario russo Wagner ha affermato di aver guidato l’assalto a Solidar, rivendicandone la cattura già l’11 gennaio.

Due giorni dopo, il ministero della Difesa russo ha affermato che le sue forze avevano il controllo della città, che aveva una popolazione prebellica di 10.000 abitanti.

La cattura di Solidar è la prima vittoria russa da mesi e pone fine a una serie di sconfitte e ritiri sui fronti orientale e meridionale.

Il portavoce militare ucraino Sergei Chervaty ha detto che le forze di Kiev si sono ritirate dopo settimane di aspri combattimenti e si sono “ritirate alla periferia”.

“Stiamo costruendo una nuova linea di difesa e fortificando nuovi punti continuando a sferrare potenti colpi al nemico”, ha aggiunto. Secondo lui, questo ritiro è stato attentamente pianificato, senza “cattura di massa” o “accerchiamento” delle forze ucraine.

Secondo un sergente che si fa chiamare Alcor, “la battaglia è stata dura”, ma erano in inferiorità numerica.

carne da cannone;

“Spariamo ancora e ancora, ma dopo cinque minuti un’altra ondata di 20 nemici si abbatte su di noi”, ha detto. “Sono enormi, usano i loro soldati come carne da macello […] Il nostro Paese resta in piedi, non arretrare”.

READ  In Malesia, un incidente in metropolitana a Kuala Lumpur ha ferito più di 200 persone

“Sappiamo che se non facciamo questo lavoro, nessuno verrà a farlo per noi”, aggiunge.

Tuttavia, mentre alcuni combattenti sono fiduciosi che i siti perduti possano essere recuperati, altri lo sono meno.

Il vice comandante del 144esimo ha ammesso che “Soledar è caduto”.H Il battaglione di difesa territoriale, Volodymyr Leonov, si è ritirato a dieci chilometri di distanza, dove i soldati si stanno riprendendo.

Secondo lui, 27 soldati hanno firmato una lettera dicendo che si rifiutavano di tornare alle posizioni di combattimento.

Arriva quando il presidente ucraino Volodymyr Zelensky mercoledì ha firmato una legge che inasprisce le pene per disobbedienza o diserzione, prevedendo 10 anni di reclusione per il rifiuto di combattere e 12 anni per la diserzione.

Ma per alcuni, la prigione potrebbe essere meglio che morire in un fosso. Almeno, “alcuni la pensano così”, ammette Volodymyr Leonov.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.