La guerra in Ucraina | Il rivale russo Navalny chiede un “fronte mediatico” contro Mosca

(MOSCOW) Giovedì il dissidente incarcerato Alexei Navalny ha invitato i giganti della tecnologia occidentale ad aprire un “fronte dell’informazione” attraverso campagne pubblicitarie volte a raggiungere i russi.

Inserito ieri alle 16:29.

Esorto il Presidente degli Stati Uniti, Boris Johnson, la Commissione Europea, Ursula von der Leyen, Mark Zuckerberg […] Per trovare urgentemente una soluzione per schiacciare la propaganda di Putin utilizzando le opportunità pubblicitarie sui social media”, ha scritto su Twitter.

Abbiamo bisogno di pubblicità. Tanta pubblicità”.

Ha criticato i recenti sondaggi di opinione che hanno mostrato che il sostegno al presidente Putin è aumentato dall’inizio dell’offensiva in Ucraina e ha affermato che si trattava di una “menzogna”.

“Una combinazione di propaganda davvero pazza […] Su tutti i canali 24 ore su 24, 7 giorni su 7, la chiusura di media e siti web indipendenti sta lentamente facendo il suo lavoro”, ha scritto, “La verità è che la maggior parte dei cittadini russi ha un’idea completamente distorta di ciò che sta accadendo in Ucraina”.

Twitter, Instagram e la maggior parte dei media indipendenti sono stati bloccati dalle autorità russe dall’attacco all’Ucraina.

Le autorità russe hanno fortemente aumentato la loro pressione e l’arsenale legale per controllare le comunicazioni sul conflitto in Russia, minacciando di infliggere pene fino a 15 anni di reclusione per aver diffuso “informazioni false” sull’esercito russo.

La polizia delle comunicazioni Roskomnadzor ha recentemente bloccato Google dalla pubblicità dei suoi servizi in Russia dopo che YouTube è stato accusato di diffondere “informazioni false” sulle forze russe.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.