La guerra in Ucraina | Il Cremlino si aspetta che Erdogan offra la mediazione di Putin

(Mosca) Il Cremlino ha detto mercoledì che si aspetta che il presidente turco Recep Tayyip Erdogan faccia un’offerta concreta di Vladimir Putin per mediare il conflitto in Ucraina, mentre i due uomini si incontrano giovedì in Kazakistan.

Inserito alle 10:14

“I turchi stanno offrendo la loro mediazione. Il consigliere diplomatico del Cremlino Yuri Ushakov ha detto alla stampa che se si stabiliranno contatti (russo-ucraino), questi avranno luogo sul suolo turco.

“È possibile che Erdogan escogiti ufficialmente qualcosa”, ha aggiunto, aggiungendo che si aspettava una “discussione interessante e utile”.

Il signor Ushakov ha elogiato ancora una volta la posizione della Turchia, che “in linea di principio non si unisce alle sanzioni occidentali illegali” imposte alla Russia per il suo attacco all’Ucraina.

Questo “dà un ulteriore impulso al rafforzamento della cooperazione economica russo-turca”, ha affermato.

La Turchia, un membro della NATO, che fa molto affidamento sul gas e sul petrolio russi, ha cercato dall’attacco russo del 24 febbraio di mantenere le sue relazioni con l’Ucraina e la Russia.

Ankara ha svolto un ruolo chiave nello scambio di prigionieri di settembre tra Russia e Ucraina e nella conclusione di un accordo a luglio, sotto l’egida delle Nazioni Unite, tra i due paesi che consente l’esportazione di grano ucraino attraverso il Mar Nero e lo Stretto del Bosforo .

Inoltre, due volte, a marzo, ha riunito rappresentanti russi e ucraini sul suo territorio per negoziati che alla fine sono falliti, per i quali entrambi i campi hanno rifiutato la responsabilità.

Erdogan ha incontrato Putin tre volte negli ultimi tre mesi e parla regolarmente con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

READ  Soldato russo condannato: una pugnalata in acqua?

Il presidente turco si finge un ottimo mediatore e da tempo chiede colloqui tra i due uomini.

Ancora una volta, martedì il capo diplomatico turco Mevlut Cavusoglu ha chiesto a Russia e Ucraina un cessate il fuoco “il prima possibile”.

“Più veloce è, meglio è”, ha detto in un’intervista televisiva.

Da parte sua, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha ribadito, martedì, in un discorso a un incontro virtuale di emergenza dei leader dei paesi del Gruppo dei Sette, che non c’è nulla da negoziare con Vladimir Putin, che ha rivendicato l’annessione di quattro regioni ucraine a settembre , oltre alla Crimea nel 2014 .

In risposta a queste osservazioni, Yuri Ushakov ha detto alla stampa mercoledì: “Vorrei dirgli che non dovresti mai dire ‘Mai'”.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.