Kamala Harris sta attraversando una prima crisi

Che si tratti di un politico o di un uomo, più si è vicini al vertice, maggiore è la pressione e ogni decisione viene vagliata e amplificata dai media.

Sapevamo già che Kamala Harris aveva accettato l’offerta di Joe Biden di assumere la carica di Vicepresidente perché il lavoro poteva essere un enorme trampolino di lancio per lei. E così Kamala Harris si è assicurata un primato storico e ha avuto la certezza che il presidente le avrebbe assegnato file importanti.

Dopo che i primi mesi della nuova amministrazione sono passati nell’ombra, vediamo e sentiamo più regolarmente il vicepresidente. Immersa nella lotta per la tutela dei diritti civili, ha anche ereditato il fascicolo sull’immigrazione clandestina. Se Harris si fosse finalmente ritrovata sola sotto i riflettori, avrebbe potuto preferire una copertura più positiva.

Criticata dai repubblicani, ma anche dall’ala progressista del suo partito politico, l’ex senatrice californiana è attualmente alle prese con una crisi interna. È stato criticato per aver contribuito allo sviluppo di una cultura malsana all’interno della sua squadra.

Ci sono molti esempi di abusi, ma ciò che è stato rivelato rimane un segreto gelosamente custodito. Deploriamo il duro lavoro, la troppa pressione e la mancanza di solidarietà. Ancora peggio, Kamala Harris ha rifiutato di prendersi la colpa, poiché il suo capo del personale si è assicurato di proteggerla limitando l’accesso al suo capo.

Il futuro ci dirà se questo ambiente è più tossico di quello dei politici di alto rango di solito, ma questa prima crisi è un chiaro segnale che la pressione sta crescendo un po’. La vicepresidente non è una nuova arrivata e sa meglio di chiunque altro che il suo margine di manovra è limitato. Le elezioni del 2024 sono lontane e vicine.

READ  La carriera di Sun Biden mette in imbarazzo la Casa Bianca

Con le critiche e le partenze che aumentano all’interno della sua squadra ultimamente, Kamala Harris deve mostrare la leadership. Prima di pretendere di unire gli americani e comandare la barca, le cose devono essere calmate e riorganizzate.

Un ulteriore intoppo, questa non è la prima volta che il duro clima di lavoro viene denunciato nell’entourage della signora Harris. Lo stesso tipo di commento è arrivato dopo il fallimento della sua campagna per le primarie.

Sarebbe particolarmente interessante notare le modifiche apportate dal Vicepresidente. Questo è solo un primo shock e dovrai affrontare tempeste molto più gravi al momento della tua possibile corsa nel 2024.

Come ha sottolineato Tina Flournoy, il suo capo dello staff, Kamala è una custode ambiziosa, intelligente e decisa. È possibile che queste qualità possano spaventare i membri del suo equipaggio, ma in tal caso non hanno scelto la professione giusta.

La politica è uno sport brutale e Harris dimostra tratti che un uomo raramente incolpa. Sarebbe un peccato se l’attuale clamore potesse essere attribuito a due pesi e due misure. Obama, che è stato elogiato più per la sua posizione che per le sue critiche, è stato particolarmente esigente con lui e con chi gli sta intorno. Ha anche implorato Rahm Emanuel, “Rambo in persona”, di assicurare la disciplina al suo arrivo alla Casa Bianca, e non ricordo che il primo presidente nero fosse considerato un aguzzino.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *