Iraq: attacco di droni a una base che ospita americani in Kurdistan

Baghdad | Un attacco di droni è avvenuto venerdì mattina su una base militare che ospita soldati statunitensi nel Kurdistan iracheno (nord), senza causare vittime, come abbiamo appreso sabato dalla coalizione internazionale anti-jihadista in Iraq.

Un portavoce della coalizione guidata da Washington, il colonnello Wayne Maroto, ha detto all’AFP che “un drone ha colpito una base della coalizione in Kurdistan e non ci sono state vittime o danni”.

Secondo i giornali curdi locali, l’attacco ha preso di mira la base di Harir, 70 km a nord-est di Erbil, capitale della regione autonoma del Kurdistan.

L’attacco è stato effettuato mentre il primo ministro iracheno Mustafa al-Kadhimi dovrebbe arrivare a Washington lunedì per discutere della presenza militare statunitense in Iraq con il presidente Joe Biden.

Gli Stati Uniti hanno ancora 2.500 soldati dispiegati in Iraq su 3.500 membri del personale della coalizione internazionale.

La loro partenza è stata richiesta da potenti fazioni filo-iraniane, alle quali negli ultimi mesi sono stati attribuiti dozzine di attacchi contro gli interessi statunitensi in Iraq.

In una dichiarazione rilasciata venerdì, il “Comitato di coordinamento delle fazioni della resistenza irachena” ha rinnovato la sua richiesta per il “ritiro completo di tutte le forze americane” e “la fine dell’occupazione”, altrimenti gli attacchi continuerebbero.

Gli Stati Uniti sono tornati in Iraq nel 2014 a capo di una coalizione internazionale per aiutare le forze irachene a sconfiggere lo Stato Islamico jihadista (ISIS), ufficialmente sconfitto nel Paese nel 2017.

Tuttavia, i membri dell’organizzazione estremista sono ancora nelle montagne e nelle regioni desertiche e le sue cellule dormienti possono ancora colpire.

La maggior parte delle forze statunitensi è stata ritirata sotto il presidente Donald Trump. I soldati ancora ufficialmente schierati hanno la missione di addestrare e consigliare l’esercito iracheno e le forze antiterrorismo.

READ  [EN IMAGES] Charlesburg: incendio causato da un fumatore sul divano

Guarda anche

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *