Indipendenza della Scozia: l’ex primo ministro ringrazia il PSPP per il sostegno

Dopo essere stata sconfitta dalla Corte Suprema britannica per il diritto di indire un proprio referendum sull’indipendenza, la Scozia può ancora contare sull’appoggio del leader del Partito Quebec, riconoscimento apprezzato dall’ex primo ministro scozzese.

“PQ sarà sempre al tuo fianco”, ha dichiarato il giocatore di PQ Paul St Pierre Plamondon su Twitter mercoledì, quando l’arbitro è stato annunciato dall’altra parte dell’Atlantico.

Ha anche colto l’occasione per ricordare che nel 2021 l’Assemblea nazionale ha votato una mozione unanime del PQ riconoscendo il diritto degli scozzesi a “disporre del proprio destino”.

Un messaggio che non è sfuggito all’ex primo ministro scozzese Alex Salmond, che lo ha ringraziato per il suo sostegno.

“Spero che potremo parlare presto per esplorare come possiamo sostenerci a vicenda”, ha scritto in francese sui social media.

Mr. Salmond è il leader dello Scottish Independence Party (ALBA). In origine era l’organizzatore del primo referendum sull’indipendenza del paese nel 2014 e ha annunciato le sue dimissioni da primo ministro il giorno dopo la vittoria del No.

READ  Anche il coperchio del cestino non è in balia del cacatua

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.