in linea | Le cose trasportate dagli uragani trovano i loro proprietari

(Washington) I genitori di Abigail Miller hanno perso tutto a causa degli uragani che lo scorso fine settimana hanno devastato gli Stati Uniti centrali e sudorientali.


Daniel Staublin
Agenzia di media Francia

Ma con l’aiuto di sconosciuti, la coppia del Kentucky ha rintracciato le foto della festa di laurea della figlia, grazie a un gruppo Facebook dove migliaia di persone cercano di rintracciare i proprietari delle cose che le hanno fatte esplodere.A volte i tornado sono centinaia di miglia lontano.

I Miller, che sono riusciti a trovare un riparo prima dell’arrivo dell’uragano, sono stati abbastanza fortunati da avere i loro averi accuratamente immagazzinati per essere trasferiti in un magazzino di mobili a Dawson Springs, una delle città quasi devastate dalla tempesta.

“Non pensavamo di poter trovare nulla”, ha detto la diciannovenne Abigail Miller, che non vive più in Kentucky.

Quindi qual è stata la sua sorpresa quando un ex compagno di classe ha pubblicato una sua foto su un gruppo Facebook dedicato agli oggetti trovati nei tornado di venerdì.

Poi è apparsa una seconda foto di questo gruppo, la foto della festa di laurea.

“Grazie mille!” ha esclamato Abigail Miller nei commenti.

Le immagini sono state portate a Philpott, un’altra città del Kentucky, a cento miglia di distanza.

Altre persone alla fine trovarono nuove foto della famiglia Millers, ancora a Philpott, e ognuna si offrì di spedirle ai loro proprietari.

“Alcuni hanno persino chiesto di cosa ha bisogno la nostra famiglia per Natale”, si è commossa la giovane donna.

“È mia nonna!” ”

Il gruppo Facebook in questione conta ora 68.000 membri e continua a crescere.

READ  Mike Pompeo è stato sospeso per violazioni morali mentre era Segretario di Stato

Coloro che vi aderiscono lo usano per rintracciare proprietari di animali domestici, documenti e centinaia di foto di famiglia.

Uno mostra un padre in ospedale che tiene in braccio un neonato. Un’altra foto in bianco e nero mostra giovani uomini in uniforme durante la seconda guerra mondiale.

I proprietari di abitazione vengono spesso taggati in pochi minuti, mentre la famiglia o gli amici taggano i propri cari nei commenti.

“È mia nonna!” Ti ha mandato un messaggio! », i commenti degli utenti sotto una foto strappata di sua nonna con in mano un regalo di Natale.

Altri messaggi rivelano tragedie. “Mio zio è stato ucciso nell’uragano”, si potrebbe leggere sotto un’altra immagine.

“La forza della nostra comunità”

Alcuni riescono persino a trovare i loro animali domestici.

Il marito di Laura Pratt, un insegnante nel Kentucky occidentale, ha notato un cane mentre aiutava a ripulire i detriti dopo una tempesta.

“È come un membro della famiglia. Se il mio cane se ne fosse andato, farei lo stesso”, dice.

Tre giorni dopo che le foto di una donna tedesca cieca con un segno marrone sulla testa sono state pubblicate su Internet, ha finalmente ricevuto un messaggio.

“È il mio cane! La mia casa e tutto il resto sono distrutti! Dove posso trovarlo?”, ha scritto un residente di Benton, un’altra città del Kentucky colpita dagli uragani.

“Non appena la signora l’ha tenuta tra le braccia, mi sono rilassata: era chiaro che apparteneva”, afferma Laura Pratt.

Queste esplosioni di solidarietà online hanno reso orgoglioso questo insegnante: “Mostra la forza della nostra comunità”.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *