Il risultato, domani, può cambiare il mondo

Non è un’esagerazione dirlo Martedì le elezioni americane Potrebbe cambiare la faccia del mondo se i repubblicani vincessero entrambe le camere, suggeriscono i sondaggi.

Le elezioni di medio termine sono spesso negative per il partito al governo di un presidente. La posizione in cui si trovano i democratici non è di per sé eccezionale.

D’altra parte, il Partito Repubblicano oggi non ha nulla a che fare con quello che era qualche anno fa. divenne il Partito Repubblicano Un raduno di americani che adorano Donald Trump.

Coloro che immaginano che i repubblicani potrebbero scegliere un candidato per la nomina presidenziale diverso da Trump, devono solo guardare i recenti sondaggi: Trump guida con circa il 50% dei voti Tra i sostenitori repubblicani, Ron DeSantis, il suo rivale più accanito, ha ottenuto quasi il 25% dei voti.

Senza Trump, il Partito Repubblicano non sarebbe diventato un culto di Trump. Trump è un genio del marketing.

Tre problemi

Capì che gli elettori americani si erano imbattuti in tre questioni politiche su cui il Partito Democratico non poteva rinnovare la sua piattaforma.

L’immigrazione, il WOKIA e il potere d’acquisto in calo degli americani comuni sono al centro dell’attuale campagna. Di fronte a ciò, l’aborto e la guerra in Ucraina sono solo due questioni minori.

Nel contesto della società americana, queste tre questioni alimentano la sensazione degli americani bianchi che stanno perdendo il loro potere a favore di diverse minoranze e che queste minoranze applicheranno loro una medicina razziale simile alla medicina a cui sono stati esposti per più di due secoli .

Le soluzioni repubblicane sono ingenue, egoiste, razziste, non democratiche e, per di più, inefficaci. I tagli alle tasse che chiedono aumenteranno le disuguaglianze sociali. La concentrazione del potere elettorale e legale nelle loro mani porterebbe a una sorta di apartheid.

READ  Tredici anni di carcere per l'ex sindaco italiano che ha accolto immigrati

Non più un partner fidato

L’ascesa dei repubblicani e il loro potenziale controllo su entrambe le case manderanno al resto del mondo lo stesso segnale che Trump ha mandato durante il suo mandato: gli Stati Uniti non sono più un partner affidabile.

L’Ucraina non è più la loro priorità assoluta, la NATO è troppo costosa per loro, la democrazia non è così importante e le dittature possono diventare buoni partner.

In queste condizioni, è abbastanza chiaro che la natura della guerra in Ucraina cambierà. I paesi dell’Unione Europea saranno più che mai combattuti tra i propri interessi e quelli dell’Unione.

Anche la politica nei confronti della Cina può cambiare, nonostante il relativo accordo tra Democratici e Repubblicani nei suoi confronti. Trump ama molto i profitti rapidi.

Quanto al Canada, è soggetto all’influenza sempre più potente delle reti di analisi americane. In definitiva, è probabile che questo imperialismo culturale sia favorito dai partiti conservatori in Canada.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.