Il Real Madrid e il suo crocevia italiano

Divise da Mar Balear e Mar Terino – due parti del Mediterraneo, Spagna e Italia sono due paesi europei che condividono una ricca storia del calcio negli ultimi secoli. Madrid è a circa 19 ore di macchina da Roma. Il viaggio si accorcia se qualcuno visita Savona (circa 13 ore). Savona è la città natale del primo giocatore italiano al Real Madrid. Per affrontare un nuovo avversario italiano all’Atalanta, inizieremo il nostro ritorno in Italia con Christian Panucci, un capitolo chiave delle fantastiche storie del Real Madrid intrecciate con l’Italia e il calcio.

Un uomo sopravvissuto a un tragico incidente aereo, un giocatore che ha vinto un turno e un appassionato di Nutella: questi sono gli unici tre giocatori italiani ad aver giocato per il Real Madrid. Panucci è stato il primo di loro. Ha sospeso la sua carriera nel Real Madrid tra periodi con Milan e Inter. Il versatile terzino ha fatto una buona impressione a Madrid, vincendo il titolo La Liga nella sua stagione d’esordio nel 1997. Ha anche fatto una delle coppie di terzini più forti d’Europa con Roberto Carlos a sinistra. Tuttavia, la sua carriera al Real Madrid non è stata abbastanza lunga per vedere l’inizio del secolo. Nel 1996 è sopravvissuto a un incidente aereo dopo aver perso un volo che alla fine si è concluso con un brutale incidente.

Juventus Torino - Real Madrid - Finale UEFA Champions League 1998

Foto di Erik Renard / Onzi / Icon Sport via.

Antonio Cassano è stato il prossimo italiano a indossare la maglia del Real Madrid. Cassano ha segnato solo nei primi tre minuti del suo esordio, ma da lì è andato tutto a sud. Ha guadagnato così tanto peso con il suo amore per la Nutella che il club ha dovuto ingrassare a un certo punto. Anche il suo rapporto con Fabio Capello non è stato piacevole, è stato addirittura sospeso per mancanza di rispetto per il tecnico.

L’ultimo e ultimo giocatore italiano a giocare per il Real Madrid ha avuto una storia diversa. Fabio Cannavaro è stato il capitano della Coppa del Mondo e del Pallone d’Oro. Ramon Calderon non ha seguito veramente la politica di Florentino su Galactico, ma il caso Cannavaro è stato importante quanto la firma di Galactico. La sua permanenza di tre anni al club lo ha visto vincere due titoli della Liga. Tuttavia, la sua prestazione è diminuita in modo significativo nel 2008-09, con il Real Madrid che si aspettava che i rivali del Barcellona vincessero la tripletta sotto Pep Guardiola.

READ  Ronaldo al Manchester United, "Viva il Re", dice la stampa italiana

Manager

Il Real Madrid ha avuto solo pochi allenatori italiani nella sua storia. Fabio Capello ha gestito la squadra in due periodi separati di un anno e ha vinto due volte il campionato spagnolo. Il club ha servito sotto i presidenti Lorenzo Sanz (1996-1997) e Ramon Calderon (2006-2007) ma è stato licenziato dal club dopo un anno, entrambe le volte. Florentino Perez è forse il presidente più influente del club dai tempi del grande Santiago Bernabeu in persona. Ma in un modo o nell’altro, i termini di Capello non si intersecavano con Florentino.

Archivi Claudio Villa

Carlo Ancelotti era una firma amministrativa della stirpe ungherese. Florentino Perez insegue Carlo dal 2003. Molti ci credono: la nomina da parte del Real Madrid di Arrigo Sacchi come allenatore era in realtà mirata a convincere Ancelotti ad entrare nel club molto prima di quanto non avesse fatto. Il nome Carlo Ancelotti è impresso per sempre nella storia del Real Madrid con l’oro 24k. Rimarrà per sempre l’allenatore che ha vinto il decimo titolo, non importa quanto il Real Madrid sia crollato nell’ultima stagione nel 2014-2015.

partite

Il Real Madrid ha giocato 76 partite ai Campionati Europei, contro squadre italiane. La storia del Real Madrid contro i club italiani risale alla sua storia con giocatori o allenatori italiani specifici. In qualsiasi competizione europea, il Real Madrid ha affrontato per la prima volta una squadra italiana nel 1955-1956. Il Real Madrid sta rafforzando la sua forza con il Milan nella semifinale di Coppa dei Campioni verso la vittoria del suo primo titolo europeo. Tra il 1957 e il 1964, il Real Madrid ha affrontato avversari italiani in tre finali di Coppa dei Campioni (rispettivamente Fiorentina, Milan e Inter), dove ha vinto due volte e perso una volta nella fase più importante del calcio.

READ  Tour Poland: una giornata di successo per Antoine Duchesne

Juventus vs Real Madrid: la UEFA Champions League

Foto di Burak Akbulut / Agence Anadolu /.

I 32 anni di siccità al vertice UEFA si sono conclusi anche contro una squadra italiana con una vittoria per 1-0 sulla Juventus nel 1998. È diventata la prima squadra a difendere il titolo da quando il torneo è stato riconfigurato contro lo stesso avversario, la Juventus nel 2017. Juventus star Zinedine Zidane. Anche il Real Madrid ha combattuto aspre battaglie con giocatori come Napoli e Roma. Noce moscata Chindo sul compianto Diego Maradona nel 1987 è ancora considerato uno dei momenti salienti della leggenda argentina e del gigante spagnolo.

Senza contare che l’ultima squadra italiana (l’Inter de Mourinho nel 2010) ha vinto la Champions League – l’ha fatto al Santiago Bernabeu da tutto il mondo.

Alcune delle più grandi importazioni nella storia del Real Madrid provengono dalla Lega italiana. Guardando i prossimi giocatori, è probabile che nessuno di loro abbia gettato un’ombra sull’importanza del trasferimento di Zinedine Zidane dalla Juventus nella capitale spagnola nel 2001. Zidane è stato con il club in diversi ruoli e ha ottenuto il successo in tutti i posizioni che ha ricoperto. Il Real Madrid è sempre stato amichevole e amichevole con i club italiani. Mentre giocatori come Ronaldo Nazario e Zidane sono arrivati ​​dall’Italia, Clarence Seedorf e Fernando Redondo sono andati dall’altra parte dopo la fine delle loro stagioni al Real Madrid.

Tuttavia, tra i giocatori che sono entrati in Serie A dal Real Madrid, il trasferimento di Cristiano Ronaldo sarà sempre il più importante. Poeticamente parlando, proprio come la Juventus lo ha visto entrare nel Real Madrid nel 2001, il Real Madrid ha dovuto sopportare lo stesso (l’opposto) dopo 17 anni.

READ  Calciomercato in diretta: Raphael Varane parte, Chiellini vuole restare

Real Madrid: l'accoglienza di Zidane

Foto di Dusko Despotovic / Sygma via.

Negli anni alcuni nomi italiani sono sfuggiti. Florentino Perez ha provato più di una volta a portare al Bernabéu giocatori come Francesco Totti e Andrea Pirlo. Ma il numero di giocatori italiani al Real Madrid rimane fino ad oggi.

Il 5 novembre 2008, uno dei momenti più belli è stato al bivio italiano del Real Madrid al Bernabeu. Dopo che Bernd Schuster ha sconfitto il Real Madrid con un calcio di punizione e un altro grande risultato, il capitano della Juventus Alessandro Del Piero ha lasciato il campo per applaudire il pubblico del Bernabeu. Del Piero è rimasto sorpreso in questo momento dal puro rispetto per il calcio.

La data si è ripetuta la stessa quando Cristiano Ronaldo ha ricevuto lo stesso trattamento dalla folla torinese in una notte di pioggia nel 2018. Il suo inimmaginabile calcio in bicicletta ha catturato i cuori della folla mentre applaudiva la leggenda mentre si trovavano in piedi. Si dice che la mossa abbia avuto un ruolo significativo nella decisione di Ronaldo di unirsi alla Juventus alla fine della stagione 2017-18.

Cristiano Ronaldo del Real Madrid segna un calcio in bici ...

Foto di Marco Canoniero / LightRocket via.

Il Real Madrid si prepara a giocare due partite molto difficili contro il nuovo puzzle italiano sul palcoscenico europeo. Per un Paese con grandi club come Milan, Inter, Napoli, Roma, Lazio e Fiorentina, l’ascesa dell’Atalanta non dovrebbe sorprendere. Dato lo status, non esiste una squadra più grande del Real Madrid in una notte europea, non importa che aspetto abbia. Questa sarà la sfida più grande per l’energica Atalanta di Gian Piero Gasperini che può essere distruttiva come chiunque del suo tempo. Tuttavia, questa sarebbe anche la loro più grande vittoria finora se riuscissero a sconfiggere il campione 13 volte al loro primo incontro. Ti aspettano due meravigliose notti europee.

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *