Il presidente dell’Ucraina accusa l’Occidente di codardia

presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha accusato l’Occidente di codardia, e il suo paese sta combattendo per respingere l’esercito russo da un mese. Ha lanciato un rabbioso appello agli aerei da combattimento e ai carri armati per sostenere la resistenza ucraina agli invasori.

Il signor Zelensky ha fatto le osservazioni dopo che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha affermato in un discorso che il presidente russo, Vladimir Putinnon poteva restare al potere, parole che la Casa Bianca ha subito cercato di sdrammatizzare.

Il presidente dell’Ucraina domenica ha denunciato il “gioco occidentale del ping-pong su chi e come consegnare gli aerei” e altre armi poiché gli attacchi missilistici russi stanno causando vittime e intrappolando i civili. “Ho parlato con coloro che oggi difendono Mariupol. Sono in costante contatto con loro. La loro tenacia, eroismo e straordinaria capacità di recupero”, ha detto Zelensky in un video, riferendosi alla città del sud assediata che ha subito il maggior numero di privazioni e orrori di guerra.

“Se solo coloro che hanno pensato per 31 giorni a come consegnare dozzine di aerei e carri armati avessero l’1% del loro coraggio”, ha detto, lasciando il resto della frase in bilico a testimoniare la sua indignazione per l’aiuto necessario.

L’ambasciatrice dell’Ucraina negli Stati Uniti, Oksana Markarova, è stata più precisa nelle sue osservazioni quando è stata intervistata nel programma Incontra la stampa Dal canale americano Nbc, sottolineando che il suo Paese aveva sentito “ad alta voce” il presidente Biden.

“Ora tocca a tutti noi fermare Putin mentre rimane concentrato sull’Ucraina perché questa guerra non riguarda solo l’Ucraina. È un attacco alla democrazia”, ​​ha detto.

READ  Il presidente Maduro accusa gli Stati Uniti di complottare per assassinarlo

L’invasione russa dell’Ucraina in 32 anniE il giorno. L’obiettivo delle forze russe di circondare rapidamente la capitale Kiev e costringerla ad arrendersi di fronte alla feroce resistenza ucraina, sostenuta dalle armi degli Stati Uniti e di altri alleati occidentali, è fallito.

Il ministero della Difesa britannico ha affermato di vedere le forze russe cercare di mettere alle strette le forze ucraine di fronte a due regioni separatiste filo-russe nell’est del paese, che isolerebbero questa parte dell’esercito ucraino dal resto del paese.

Mosca brama la contesa regione del Donbass, che è stata in parte controllata dai separatisti sostenuti dalla Russia dal 2014. Leonid Bashnik, il leader dell’autoproclamata Repubblica popolare di Luhansk, ha dichiarato domenica che intende tenere un referendum sull’adesione alla Russia “non appena il più possibile”.

La Russia ha sostenuto i ribelli separatisti a Luhansk e nella vicina regione di Donetsk da quando è scoppiata un’insurrezione poco dopo che Mosca ha annesso la Crimea nel 2014. Nei colloqui con l’Ucraina, Mosca ha chiesto a Kiev di riconoscere l’indipendenza di Donetsk e Luhansk.

Il capo dell’intelligence militare ucraina, Kirillo Budanov, ha accusato la Russia di cercare di dividere l’Ucraina in due parti, come la Corea del Nord e la Corea del Sud. “Cercheranno di unire i territori occupati in un’unica struttura quasi statale e di metterli contro un’Ucraina indipendente”, ha affermato Budanov in una dichiarazione rilasciata dal ministero della Difesa. Predisse che i gangster ucraini avrebbero bloccato tali piani.

L’Ucraina afferma che per sconfiggere la Russia, l’Occidente deve fornire aerei da combattimento, non solo missili e altre attrezzature militari. Una proposta per spostare gli aerei polacchi in Ucraina attraverso gli Stati Uniti è stata abbandonata tra i timori della NATO di essere coinvolti in un combattimento diretto con la Russia.

READ  Seoul e Washington lanciano missili balistici in risposta al test della Corea del Nord

Nelle sue osservazioni, Zelensky ha accusato i governi occidentali di avere “paura persino di prendere una decisione”. Chi è responsabile della comunità euro-atlantica? È di nuovo Mosca grazie alle sue tattiche intimidatorie? Domandò.

“I nostri partner dovrebbero aumentare la loro assistenza all’Ucraina”, ha affermato il presidente Zelensky.

Nel frattempo, il portavoce del ministero della Difesa russo, il maggiore generale Igor Konashenkov, ha confermato che la Russia ha utilizzato missili da crociera per colpire un deposito di carburante e un impianto di difesa a Leopoli, a 75 chilometri dal confine polacco. Ha detto che un altro attacco con missili lanciati dal mare ha distrutto un magazzino a Plesetsk, a ovest di Kiev, dove l’Ucraina immagazzinava missili di difesa aerea.

Questi attacchi aerei russi hanno scosso una città che è diventata un rifugio per circa 200.000 persone che sono fuggite dalle aree bombardate. Leopoli, in gran parte risparmiata dai bombardamenti, è stata una via di transito per la maggior parte dei 3,8 milioni di rifugiati che hanno lasciato l’Ucraina dall’invasione russa del 24 febbraio.

Nel suo ultimo video, il presidente Zelensky avverte con rabbia Mosca che sta seminando profondo odio per la Russia tra gli ucraini. “Stai facendo di tutto per garantire che la nostra stessa gente lasci la lingua russa perché d’ora in poi sarà associata alle tue esplosioni, ai tuoi omicidi e ai tuoi crimini”, ha detto Zelensky.

Oltre ai milioni di persone che sono fuggite dall’Ucraina, l’invasione ha portato via dalle loro case più di 10 milioni di persone, quasi un quarto della popolazione ucraina. Secondo quanto riferito, migliaia di civili sono stati uccisi.

READ  Il mondo risponde alla dichiarazione di Putin sull'Ucraina

Nuove trattative

Vediamo nel video

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.