Il Pentagono si impegna a “imparare lezioni” dalla guerra in Afghanistan

(Washington) Gli alti funzionari del Pentagono hanno promesso mercoledì di “imparare lezioni” dalla guerra in Afghanistan, ammettendo di provare “dolore e rabbia” dopo aver consegnato il paese nelle mani dei talebani, il loro nemico ventenne.


Il segretario alla Difesa Lloyd Austin ha ammesso che “non esiste assolutamente un’operazione perfetta”, parlando pubblicamente per la prima volta da quando è terminata la caotica evacuazione di 124.000 civili da Kabul lunedì notte.

“Vogliamo imparare il più possibile da questa esperienza”, ha aggiunto Austin, un ex generale che ha combattuto in Afghanistan, dopo aver reso solennemente e cupamente omaggio agli 800.000 soldati americani che si sono succeduti dal 2001 sul suolo afghano. In una guerra che è costata la vita a 2.461 soldati americani, di cui 13 nelle ultime ore del ritiro.

Il capo di stato maggiore, il generale Mark Milley, che ha anche combattuto in Afghanistan, ha ammesso che gli ultimi giorni sono stati “estremamente difficili dal punto di vista emotivo”.

Foto di Evelyn Hochstein, Reuters

Il capo di stato maggiore, il generale Mark Milley, che ha anche combattuto in Afghanistan, si è impegnato a garantire che l’alto comando degli Stati Uniti impari dall’esperienza.

“Siamo tutti combattuti tra dolore, rabbia, tristezza e dolore da un lato, e orgoglio e resilienza dall’altro”, ha aggiunto.

“Impareremo da questa esperienza”, ha detto. Ha aggiunto: “Ciò che ci ha portato lì sarà studiato negli anni a venire”. Noi militari affronteremo questo con umiltà, trasparenza e franchezza. Ci sono molte lezioni tattiche, operative e strategiche da trarre”.

M. Austin riconobbe la fine di una battaglia iscritta nel 2001 per cacciare i talebani dal potere che è difficile accettare per i soldati che non hanno perso le armi in Afghanistan, a differenza delle famiglie delle loro vite.

READ  Un nuovo incontro segreto tra russi e americani a Ginevra

“So che gli ultimi giorni sono stati difficili per molti di noi”, ha detto. Non dovresti aspettarti veterani dell’Afghanistan più di altri americani. Ho sentito alcune opinioni molto forti negli ultimi giorni. È molto importante. È una democrazia. ”

Possibile cooperazione con i talebani

Il generale Milley ha anche considerato la possibilità di una “potenziale” cooperazione con i talebani per combattere lo Stato Islamico nel Khorasan (EI-K), che ha rivendicato l’attentato che ha ucciso più di cento persone, tra cui 13 americani. Aeroporto di Kabul.

La guerra è scoppiata alla fine del 2001 dopo gli attentati dell’11 settembre che hanno ucciso 2.977 persone in un giorno. Erano guidati da jihadisti di al-Qaeda con base in Afghanistan e protetti dai talebani.

Ma quella che si sarebbe limitata a un’operazione di rappresaglia si è trasformata in un imponente progetto di ricostruzione del Paese per impedire il ritorno al potere dei talebani, avvenuto il 15 agosto.

Austin ha detto che la prossima settimana visiterà la regione del Golfo, dove gli alleati degli Stati Uniti hanno facilitato l’evacuazione dei rifugiati afgani.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *