I droni ucraini colpiscono l’inizio di un’escalation?

Per la seconda volta in settimane, un drone ucraino è penetrato in profondità nello spazio aereo russo prima di essere abbattuto vicino alla base Engels, a 650 chilometri dal confine. È il principale aeroporto per i bombardieri che Mosca utilizza per colpire le infrastrutture civili ucraine. Questi attacchi mostrano la grande vulnerabilità delle difese aeree russe.

il Tempi di Londra Il Pentagono afferma che il Pentagono ha dato la tacita approvazione per gli attacchi ucraini contro obiettivi all’interno della Russia dopo diversi attacchi missilistici russi contro infrastrutture critiche nel paese. L’unica restrizione imposta dagli americani è che gli ucraini si astengano dal prendere di mira obiettivi civili russi.

Spirale di rappresaglie

Il Pentagono non temerà più che tali operazioni possano portare a un’escalation russa, secondo volte Che citava anonimi funzionari della difesa degli Stati Uniti. Mosca non ha risposto agli attacchi sul suo territorio attaccando i paesi della NATO o usando armi nucleari.

Ma si teme che il via libera degli Stati Uniti segnerà una nuova tappa nell’escalation di ostilità che sembra essere iniziata tra l’Occidente e la Russia.

Quando un altro attacco di droni ucraini dalla stessa base ha distrutto due bombardieri russi, la Russia ha risposto bombardando altre infrastrutture energetiche dell’Ucraina: milioni di civili ucraini attualmente vivono senza elettricità o riscaldamento.

Mosca ha iniziato a lanciare attacchi su larga scala alle infrastrutture energetiche dell’Ucraina dopo l’attacco di esplosivi su camion allo strategico ponte di Kerch, che collega la Crimea alla Russia. È certamente un obiettivo militare, ma è utilizzato anche dai civili.

Le forze speciali ucraine stanno conducendo operazioni lontano dalle linee russe. Recentemente sono state segnalate esplosioni anche in strutture militari a Ryazan, a circa 200 chilometri a sud di Mosca, ea Kursk, a 100 chilometri dal confine ucraino. La figlia di un teorico politico vicino a Putin, Alexander Dugin, è morta nell’esplosione dell’auto di suo padre, che stava usando.

READ  Afghanistan | I talebani si stanno rivolgendo al resto del mondo

la loro moneta

L’Ucraina non usa armi americane per colpire obiettivi all’interno della Russia. E utilizza i propri droni: un aereo di sorveglianza sovietico Tupolev Tu-141 Strizh modificato degli anni ’70 per avere una portata maggiore e una migliore guida.

I Tu-141 sono stati usati anche contro i serbatoi di carburante vicino al confine ucraino, travolgendo ancora una volta le difese aeree russe.

L’intelligence militare britannica ritiene che gli attacchi dei droni siano visti dal Cremlino come uno dei “fallimenti strategici più significativi” della Russia dall’inizio della guerra.

Come ha sottolineato uno storico militare, Putin è ora il primo leader russo dalla seconda guerra mondiale sotto il cui governo i suoi nemici hanno colpito la madrepatria, la Santa Russia.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.