I Caraibi sono minacciati dall’uragano Beryl

I Caraibi sono minacciati dall’uragano Beryl

La maggior parte delle regioni del Mar dei Caraibi sudorientali è stata testimone di uno stato di allerta, minacciando l’uragano Beryl, il primo della stagione 2024, arrivato nel tardo pomeriggio di sabato a circa 1.350 chilometri a sud-est dell’isola francese della Martinica, secondo le autorità meteorologiche americane e francesi.

Il National Hurricane Center di Miami (Stati Uniti) ha avvertito che Beryl, che si sta attualmente muovendo nell’Oceano Atlantico, si trova a circa 955 chilometri a est delle Barbados, e diventerà un “grande uragano pericoloso” quando raggiungerà le Isole Windward domenica tarda o domenica prossima. Lunedi. States) che è un riferimento nel bacino atlantico.

Le Barbados sono state messe in allerta uragano, mentre Santa Lucia, Saint Vincent e Grenadine e Grenada sono state poste sotto sorveglianza uragano, ha affermato il Comitato Nazionale degli Uragani nel suo ultimo avviso. Allerte o avvisi di tempesta tropicale sono in vigore per Martinica, Tobago e Dominica.

Il riscaldamento globale sta rendendo gli eventi meteorologici estremi, come gli uragani, più frequenti e più distruttivi.

A Bridgetown, la capitale delle Barbados, le auto erano in fila alle stazioni di servizio, mentre i supermercati e i negozi di alimentari erano affollati di clienti che venivano a comprare cose come cibo e acqua. Alcuni residenti hanno iniziato a proteggere le loro case.

“Le condizioni atmosferiche e oceaniche sono favorevoli per un’intensificazione continuata nei prossimi due giorni: Beryl dovrebbe raggiungere la fase di uragano maggiore prima di attraversare le Piccole Antille”, ha osservato il sito Météo France alle 17:30 ora locale (21:30 GMT). ).

Secondo i servizi meteorologici francesi, il centro della tempesta passerà lunedì tra l’isola di Grenada nell’estremo sud e Santa Lucia nell’estremo nord.

READ  Spagna | Un uomo trovato morto in una razza di dinosauri
Raffiche di vento e pioggia battente

Secondo il Centro nazionale di meteorologia, “la velocità del vento raggiungerà un massimo di 100 chilometri orari, con raffiche più forti nella parte superiore”.

“Si prevede che un tornado si verifichi nell’area di allerta uragano a partire da domenica sera”, ha aggiunto, avvertendo di forti piogge, inondazioni, venti potenzialmente mortali e tempeste che potrebbero aumentare il livello dell’acqua a 2,1 metri sopra la norma.

Un uragano grave equivale a un uragano di categoria 3 o superiore, con velocità del vento di 178 km/h. Secondo gli esperti, un fenomeno del genere così presto nella stagione degli uragani – che negli Stati Uniti va da inizio giugno a fine novembre – sarebbe estremamente raro.

Da venerdì, il governatore della Martinica ha messo in allerta il centro operativo regionale dell’isola, la regione francese più minacciata dal potenziale percorso della tempesta, ha annunciato l’ufficio del governatore.

I servizi governativi francesi in Martinica prevedono che “è infatti molto probabile che lo stato del mare sarà molto turbolento a partire da domenica sera, e soprattutto durante la giornata di lunedì”.

Si prevede che le onde raggiungeranno i 5 metri di altezza nel Canale di St. Lucie, a sud dell’isola francese.

Météo France ha annunciato che la stagione degli uragani 2024 sarà “uno degli anni più intensi”. Anche la National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA) ha previsto una stagione eccezionale per la fine di maggio, prevedendo la possibilità che si verifichino da quattro a sette uragani di categoria 3 o superiore.

La National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA) ha affermato che queste previsioni sono particolarmente legate allo sviluppo previsto del fenomeno meteorologico “La Nina” nel prossimo futuro, oltre alle temperature molto elevate nell’Oceano Atlantico.

READ  In coma dopo un “alterco”. Germania e Stati Uniti sono preoccupati per l’adolescente iraniana

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *