Guerra civile in Etiopia | I sudanesi dicono che il fiume trasporta i corpi con le mani legate

(Khartoum) I residenti di una città sudanese situata tra il Sudan e la regione etiope del Tigray, hanno detto lunedì di aver visto corpi galleggiare in un fiume che scorre al confine tra i due paesi.


I residenti di Wad El-Helou nello stato di Kassala, nel Sudan orientale, affermano che il fiume – noto in Sudan come Setit e in Etiopia come Tekezi – trasporta corpi da sabato.

“I corpi che ho visto oggi (lunedì) erano feriti e avevano le mani legate”, ha detto all’Afp un testimone contattato telefonicamente.

Un altro testimone ha affermato di aver visto corpi sdraiati sulle rive del fiume Setet, confermando che si trattava di etiopi in fuga dai combattimenti nel Tigray, dove il governo di Addis Abeba ha inviato l’esercito nel novembre 2020 contro le truppe. Tigray (TPLF).

Questo conflitto ha mietuto migliaia di vittime e causato una grave crisi umanitaria.

Tefera Teodoros, un medico etiope che lavora in un centro di transito per rifugiati nella città di confine di Hamdait in Sudan, ha detto di aver visto nove corpi di uomini e donne vicino al fiume lunedì.

“Abbiamo anche visto 28 corpi sabato e domenica a Wadi al-Hilu, la maggior parte erano uomini a cui sono stati sparati in parti separate del corpo”, ha aggiunto.

Il fiume attraversa la città di Humira nel Tigray. Lunedì, il governo etiope ha confermato su Twitter che qualsiasi informazione relativa al massacro di Hamira era “falsa” e pubblicata da “promotori che utilizzano immagini false”.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *