Gli Stati Uniti affermano che più di 100.000 soldati russi sono stati uccisi o feriti in Ucraina

Più di 100.000 soldati russi sono stati uccisi o feriti dall’inizio dell’invasione dell’Ucraina, ha detto mercoledì il capo di stato maggiore degli Stati Uniti Mark Milley, aggiungendo che è probabile che le vittime siano dello stesso ordine ucraino.

• Leggi anche: Vladimir Putin non andrà al G20 di Bali

• Leggi anche: Caso Britney Greiner: Biden spera che Putin accetti di parlare “più seriamente” dello scambio di prigionieri

• Leggi anche: Deportando gli ucraini, la Russia ha commesso possibili crimini contro l’umanità

“Ci sono più di 100.000 soldati russi uccisi e feriti”, ha detto il generale Milley in un’intervista al New York Economic Club. “Lo stesso vale probabilmente per la parte ucraina”, ha aggiunto.

Le cifre fornite dal generale Milley, che non possono essere confermate in modo indipendente, sono le più accurate che Washington abbia fornito fino ad oggi.

L’alto funzionario militare statunitense sperava anche che i colloqui mettessero fine alla guerra, poiché una vittoria militare potrebbe non essere possibile per la Russia o l’Ucraina, ha affermato.

“Deve esserci un riconoscimento reciproco che forse una vittoria militare non può, nel senso proprio della parola, essere ottenuta con mezzi militari, e quindi bisogna guardare ad altri mezzi”, ha detto il generale Meili. Secondo lui, c’è una “opportunità di negoziazione”.

I suoi commenti arrivano quando la Russia ha ordinato alle sue forze di ritirarsi dalla città ucraina meridionale di Kherson, in un duro colpo alla campagna militare di Mosca.

Ma la risposta di Kiev è stata cauta, considerando che era improbabile che l’esercito russo lasciasse questa città strategica senza combattere.

READ  Corruzione | Napoleone Bonaparte è stato condannato a quattro anni di reclusione in Indonesia

Nel frattempo, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha citato il ritiro come prova che Mosca ha “veri problemi” sul campo di battaglia.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.