Gli immigrati italiani hanno festeggiato le loro radici nel fine settimana

Il primo Festival delle migrazioni italiane avrebbe dovuto svolgersi nel 2021, ma a causa della pandemia è stato cancellato e posticipato al 14 e 15 maggio, organizzato dalla Confederazione di Torino.

Negli anni ’50 molte famiglie del sud Italia si stabilirono in Francia. Gli uomini furono i primi a venire in cerca di lavoro e dopo qualche anno vennero ad unirsi a loro bambini e donne. Venti famiglie si unirono al villaggio.

François de Luca, noto regista di corride con la passione per i video, si è reso conto di conoscere a malapena il paese d’origine dei suoi genitori. “Per trasmettere i ricordi ai miei nipoti, ho deciso un giorno di andare a San Giovanni con i miei nipoti”.

Al ritorno dal suo viaggio, ha portato le foto ei documenti da realizzare le nostre radicidocumentario. È stato un momento difficile per queste famiglie distrutte”.

Dopo numerose richieste da parte dei netizen, è nata l’idea di un fine settimana festivo per accompagnare la proiezione del documentario.

bocce, galleria, musica, film

Sabato, Abrevado Bandido, guidato da Mande Obanel, ha aperto i festeggiamenti. Pierre Aubanel era il nipote del marchese de Baroncelli. Nel pomeriggio si sono svolte discussioni con gli autori, accompagnate da brevi clip. Tony Di Stasio (figlio di immigrati) ha intrattenuto il pubblico con il suo spettacolo bambola gonfiabile. La serata è stata condotta dal gruppo Un Duo d’enfer.

La domenica le auto (Fiat 500, Ferrari e Vespe) hanno sfilato davanti al Municipio, prima di essere sfilate per le vie del paese. Decine di persone in costume veneziano si unirono al corteo.

Il gruppo Riva ha ospitato la cena prima che Tony Di Stasio abbia nuovamente incantato il pubblico. La giornata si è conclusa in un’apocalisse con la proiezione del film le nostre radici.

READ  'Ndrangheta, il veleno invisibile della pace svizzera للسلام

François de Luca ha ricevuto un caloroso benvenuto e centinaia di congratulazioni. Si è conclusa questo fine settimana la Coppa dell’Amicizia presentata dall’Unione Torino.

Reporter MediLiber: 06 03 98 61 98

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.