Gli alieni ci stanno guardando? L’attesissimo rapporto sugli UFO degli Stati Uniti

Washington, Stati Uniti | Gli alieni ci stanno guardando? Per il governo degli Stati Uniti, che il mese prossimo pubblicherà un rapporto sui “fenomeni meteorologici sconosciuti”, il misterioso aereo che i piloti militari hanno visto negli ultimi anni non ha nulla a che fare con potenziali piccoli uomini verdi, ma piuttosto veri oppositori degli Stati Uniti. . Stati.

Leggi anche – Il ritorno degli UFO e la pandemia: una coincidenza?

Dopo decenni di segretezza, lo scorso anno il Congresso ha ordinato al ramo esecutivo di informare il pubblico sulle attività dell’unità del Pentagono responsabile dello studio di questi fenomeni, affidata alla US Navy.

Questo soggetto.

L’ex presidente Barack Obama l’ha riportato maliziosamente questa settimana, ammettendo durante uno spettacolo comico che quando è arrivato alla Casa Bianca aveva chiesto se ci fosse un laboratorio segreto dove “teniamo campioni da fuori della Terra e di astronavi”. “Hanno fatto delle ricerche e la risposta è no”, ha aggiunto con un sorriso.

Obama ha aggiunto: “Ciò che è vero (e sono serio qui) è che ci sono video e immagini di oggetti nel cielo che non conosciamo esattamente”.

Il Pentagono ha pubblicato i video catturati dai piloti della US Navy lo scorso anno che mostrano incontri in volo con quelli che sembravano essere degli UFO. Uno di questi video (tutti in bianco e nero) risale a novembre 2004 e gli altri a gennaio 2015.

Da un lato, possiamo vedere un oggetto rettangolare in rapido movimento scomparire, pochi secondi dopo essere stato individuato da uno dei sensori sull’aereo della US Navy, a sinistra dopo un’improvvisa accelerazione.

Lo spazio aereo è affollato

READ  Darren Jungle a Panama | Più di 50 migranti sono morti quest'anno durante la traversata

In un altro video, possiamo vedere un oggetto sopra le nuvole e il pilota si chiede se fosse un drone.

Al Pentagono, queste foto sono prese molto sul serio. Per evitare qualsiasi associazione con esseri di un altro pianeta e per incoraggiare i piloti a denunciare queste apparizioni senza timore di essere ridicolizzati, i militari non li classificano più come “Oggetti volanti non identificati” (UFO) ma come “fenomeni. Aerei non identificati”.

L’obiettivo è che gli esperti militari e dell’intelligence analizzino i loro video e identifichino il maggior numero di aerei possibile.

Lo spazio aereo globale è congestionato, ha detto un funzionario del Pentagono, che ha chiesto di non essere nominato. Oltre agli aerei, vengono pilotati da droni militari che possono essere statunitensi o all’estero, che sono quadricotteri, che sono piccoli droni a quattro braccia dotati di telecamere e sono venduti in commercio, e palloncini sonori utilizzati specificamente per le previsioni. Migliaia di prototipi diversi, per non parlare dei prototipi militari statunitensi che sono stati testati con la massima riservatezza.

A seconda della velocità con cui volano i piloti militari, dei riflessi del sole, dell’ora e del tempo, può essere difficile determinare l’aereo osservato, ma è possibile, attraverso analisi matematiche, la verifica delle immagini prese da diversi angoli, ecc.

Il Pentagono non pubblica nessuno di questi risultati per evitare di dare segnali a potenziali avversari. Ma la cosa che appare in un video in rapido movimento, dopo aver analizzato i movimenti dell’oceano, i moti ei movimenti del dispositivo che ha rilevato, può finalmente muoversi molto lentamente.

Tecniche molto avanzate

“Più dati raccogliamo, più possiamo ridurre il divario tra conoscenza e indefinito, e più possiamo evitare sorprese strategiche in termini di tecnologie ostili”, ha detto un portavoce del Pentagono. Difesa, Susan Gough, in una dichiarazione.

READ  Pakistan: donna muore per finto intervento chirurgico

Perché ciò che preoccupa i militari è che questi fenomeni, che vengono notati ripetutamente (“più di una o due volte alla settimana”, secondo il funzionario del Pentagono), attestano tecnologie che gli Stati Uniti non possiedono.

“In realtà, non sappiamo cosa sia”, ha detto Luis Elizondo, un ex soldato che ha partecipato ai lavori del Pentagono sull’argomento, domenica. “Quello che sappiamo è che non importa quali siano gli aerei, dimostrano capacità oltre la generazione successiva”.

“Questa è la preoccupazione per la sicurezza nazionale: possono ignorare tutto ciò che abbiamo nel nostro inventario”, ha detto su ABC.

Per il Pentagono, tutto questo assomiglia molto a spiare i centri di addestramento militare degli Stati Uniti.

“I nostri piloti si addestrano nello stesso modo in cui combattono. Se qualcuno sta cercando di determinare come siamo addestrati (…), questo dà loro un vantaggio”, ha detto il funzionario del Pentagono.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *