Giordania: il principe Hamzah dice che non obbedirà agli “ordini” (registrazione)

Oman | Il principe di Giordania Hamzah, accusato di complotto contro il suo fratellastro re Abdullah II, ha detto che non avrebbe obbedito agli ordini, in una registrazione audio pubblicata da domenica sera a lunedì su Twitter.

“Ovviamente, non obbedirò (agli ordini del Capo di Stato Maggiore Maggiore Generale Yusef Al-Hunaiti) quando mi dice che non mi è permesso uscire, twittare e comunicare con le persone e che mi è permesso solo vedere la mia famiglia “, dice in questa registrazione dove si rivolge a un interlocutore al telefono.

Domenica, il vice primo ministro Ayman Safadi ha detto che il capo di stato maggiore è andato a casa del principe Hamzah per chiedergli di fermare “tutti i movimenti e le attività contro la sicurezza e la stabilità della Giordania”, ma l’incontro è peggiorato. .

“Ho registrato l’intera conversazione e l’ho distribuita (…) Ora sto aspettando di vedere cosa succede e cosa faranno”. Il principe ha detto nella sua ultima registrazione.

Sabato, il principe Hamzah ha annunciato di essere stato messo “agli arresti domiciliari” nel suo palazzo di Amman. In un video che il suo avvocato ha portato alla BBC, ha affermato che il capo di stato maggiore dell’esercito gli aveva detto che “non era autorizzato a lasciare” la sua casa. Ha negato il coinvolgimento in una cospirazione e ha accusato le autorità giordane di “corruzione” e “incompetenza”.

Secondo il signor Safadi, due figure giordane, Bassem Awadallah e lo sceriffo Hassan Bin Zaid, sono state arrestate, oltre a 14-16 persone, come parte di questo tentativo di “destabilizzare” il regno.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *