Giappone: confermata la condanna a morte per “Black Widow”

Martedì la Corte Suprema del Giappone ha confermato la pena di morte per una donna giapponese soprannominata “vedova nera” che ha ucciso tre delle sue mogli per denaro usando il veleno, secondo quanto riferito dai media locali.

Questa decisione arriva senza possibilità di appello da parte del più alto organo giudiziario del Paese dopo che l’appello dell’avvocato di Chisako Kake è stato respinto nel 2019 per ribaltare la sua condanna a morte, praticata con l’impiccagione in Giappone.

• Leggi anche: Vedova Nera condannata a morte per tre omicidi

• Leggi anche: La “Vedova Nera” è stata accusata della morte del suo quarto marito

• Leggi anche: La “Vedova Nera” giapponese cercava nuove vittime

La 74enne è stata condannata per l’omicidio di tre uomini (uno dei quali ha sposato) e il tentativo di ucciderne un quarto, un caso che ha sbalordito il Giappone.

È diventata famosa dopo aver usato il cianuro, guadagnandosi il soprannome di “veleno” o “vedova nera”, riferendosi a questo ragno che divora i maschi dopo l’accoppiamento.

Il giudice capo della Corte Suprema Yoko Miyazaki ha affermato che la pena di morte è “inevitabile” dato che la “responsabilità criminale” di Chisaku Kakei è “estremamente grave”, secondo l’emittente statale NHK.

Ha usato il cianuro sugli uomini dopo aver fatto credere loro di essere una compagna di vita. È un crimine crudele calcolato sulla base di un forte intento di uccidere”.

Durante i suoi processi, i suoi avvocati hanno sostenuto che soffre di demenza e quindi non può essere ritenuta penalmente responsabile delle sue azioni.

Secondo l’accusa, ha cancellato i suoi amanti dopo essersi assicurata di essere stata nominata erede della loro eredità dopo la loro morte.

READ  Quasi 3 trilioni di dollari di potenziale investimento nell'ufficio di Biden

Ha preso di mira uomini che erano spesso anziani o malati e ne ha incontrati alcuni attraverso agenzie di appuntamenti, dove secondo quanto riferito ha stabilito che i potenziali partner dovrebbero essere ricchi e senza figli.

Secondo la stampa, in un periodo di oltre dieci anni, la signora Kakehi ha accumulato una fortuna di 1 miliardo di yen sotto forma di assicurazioni sulla vita, immobili e depositi bancari.

Tuttavia, ha perso gran parte della sua fortuna in investimenti finanziari rischiosi ed è stata arrestata nel 2014.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *