funzione di blocco | Facebook esorta gli afghani a proteggere i propri account dai talebani

(San Francisco) Facebook, che ha bandito tutte le sue app dai talebani, ha rivelato giovedì misure per proteggere gli utenti vulnerabili in Afghanistan, dove il gruppo fondamentalista islamico ha preso il potere.


“Nell’ultima settimana, i nostri team hanno lavorato giorno e notte per fare tutto il possibile per proteggere le persone”, ha twittato Nathaniel Glaisher, California Group Safety Regulations Director.

Sulla base delle raccomandazioni di difensori dei diritti umani, giornalisti e ONG, il social network ha implementato una funzione che consente all’utente di “bloccare il proprio account con un clic”.

Il blocco impedisce alle persone che non sono nei loro contatti di caricare o condividere la loro immagine del profilo o di vedere i contenuti pubblicati nel loro feed. Gli utenti di Instagram in Afghanistan riceveranno notifiche che dicono loro come proteggere il proprio account.

“Abbiamo anche temporaneamente ritirato la possibilità di visualizzare l'”elenco di amici” di un utente e cercare i profili per gli account Facebook in Afghanistan”, ha aggiunto Nathaniel Glaisher, a rischio di prendere di mira persone che potrebbero essere ricercate dai talebani.

Quindi raccomanda organizzazioni e guide per proteggere la sua attività online.

Martedì, Facebook ha chiuso una hotline WhatsApp dei talebani creata per rispondere a potenziali lamentele da parte degli afghani.

Siamo costretti a rispettare le leggi statunitensi sulle sanzioni. Ciò include il blocco degli account che si presentano come account ufficiali dei talebani”, ha spiegato un portavoce del servizio di messaggistica.

I talebani hanno risposto criticando Facebook durante la loro prima conferenza stampa, trasmessa online martedì.

Interrogato sulle loro intenzioni riguardo al rispetto della libertà di espressione, il portavoce talebano Zabihullah Mujahid ha risposto che “la domanda va fatta a coloro che garantiscono di essere i garanti della libertà di espressione ma non autorizzano la pubblicazione di tutte le informazioni. Facebook, dovrebbero fare la domanda.”

READ  75 serpenti velenosi sequestrati dalla residenza della Carolina del Nord

Il gruppo islamista ha annunciato che formerà un governo, ma “non importa chi detiene il potere, adotteremo le misure appropriate contro account e contenuti che violano le nostre regole”, ha insistito Facebook.

La piattaforma ha affermato di avere un team di esperti dedicati, che parlano le lingue del paese, per aiutarli a identificare potenziali problemi.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *