Febbre dengue nell’Isola della Riunione: 1686 casi in una settimana, le forme gravi sono in aumento

La prefettura e l’Agenzia per la salute regionale e la sanità pubblica della Francia si rammaricano di annunciare la morte di 3 pazienti direttamente correlati alla febbre dengue.

Un aumento delle forme gravi della malattia

Per la prima volta a Reunion, sono state osservate le sindromi di shock da dengue e miocardite (danno al muscolo cardiaco). È una delle complicanze più gravi della malattia che si manifesta tra il terzo e l’ottavo giorno dall’insorgenza dei sintomi. È caratterizzato da un forte calo della pressione sanguigna accompagnato da insonnia, pallore e perdita di coscienza, che possono essere pericolose per la vita. Può essere preceduto da segni gastrointestinali o da una sensazione di disagio.

Le autorità sanitarie raccomandano alle persone con febbre dengue di stare attente e di consultare immediatamente un medico o di andare in ospedale se compaiono sintomi suggestivi. In questo contesto, è necessario eliminare i luoghi di riproduzione, consultare un medico non appena compaiono i sintomi e proteggersi dalle punture di zanzara.

Dal 1 gennaio 2021

9.740 casi confermati


289 ricoveri ospedalieri

1054 visita di emergenza


5 decessi direttamente correlati alla febbre dengue

READ  Fête de la Science Sens Sens venerdì 1 ottobre 2021

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *