Europa League: AS Roma, ultima ambasciatrice del calcio italiano in Europa

Per i giallorossi questa prima stagione sotto la presidenza di Dan e Ryan Friedkin, i nuovi boss americani, è uno dei paradossi. La Roma è il club che fornisce il maggior numero di nazionali a Roberto Mancini e l’ultimo dei sette titoli italiani ancora in vita nelle coppe europee, dopo lo zero negli ottavi di Champions League (Juventus, Atalanta e Lazio fuori, dopo il ‘ L’Inter esce nei gironi) e le eliminazioni di Napoli e Milan in C3.

“Deschamps fa paura”: visti dall’Europa, i Blues sono ancora i grandi favoriti

Ma, in campionato, il club della Capitale è anche l’ultimo di questo stesso girone dei sette grandi d’Italia. Nel “torneo nel torneo” contro questi sei rivali per le qualificazioni per l’Europa, la Roma è addirittura crollata completamente con solo tre punti presi (tre pareggi) su … ventisette possibili. Rimanendo su due sconfitte e un pareggio in Serie A, la squadra di Louve è ora a cinque punti dalla Top 4 sinonimo di qualificazione alla C1, obiettivo fissato per coach Paulo Fonseca, dopo due fallimenti consecutivi alla portata (6 ° e 5 °).

Trasferimenti

Le 13 informazioni sulla finestra di trasferimento che ti sono sfuggite venerdì

12/03/2021 alle 17:52

Veretall indietro

Continueremo a lottare, la squadra ci crede“, ha assicurato questo fine settimana il portoghese, che non intende però perdere l’occasione che rappresenta anche l’Europa League la cui vincitrice si qualificherà anche per la Champions League. Il paradosso romano è quello di una squadra che gioca bene, a volte anche benissimo. come contro lo Shakhtar Donetsk agli ottavi (3-0, 2-1), ma attraversato anche da strane assenze ed esitazioni, su tutti i piani.

In campo, con partite perse in grande larghezza, ma anche fuori con errori amministrativi sinonimo di sconfitte sul tappeto verde (giocatore non tesserato alla 1 ° giornata, sesto cambio illegale in Coppa Italia) e tensioni negli spogliatoi. A gennaio l’attaccante e capitano Edin Dzeko è stato espulso per aver contestato le scelte del suo allenatore prima di essere reintegrato, ma senza fascia al braccio. E nei giorni scorsi la stampa ha parlato di nuovi passaggi d’armi dopo il pareggio di Sassuolo (2-2).

Il favorito della Roma pas

In questo contesto, e nonostante il ritorno da titolare del prezioso Jordan Veret un mese dopo il suo infortunio muscolare, la Roma non arriva proprio favorita ad Amsterdam. L’Ajax resta in 24 partite consecutive senza sconfitte in tutte le competizioni, la più lunga serie di invincibilità del club dallo storico 1995 segnato dalla sua definitiva incoronazione in C1. Con di sfuggita quattro vittorie in quattro partite contro Lille (16 °) e Young Boys Berne (8 °) in C3.

L’ultima sconfitta fino ad oggi, gli olandesi lo devono proprio ad un club italiano, l’Atalanta, a dicembre nell’ultima giornata della fase a gironi di Champions League. Questa battuta d’arresto (0-1) ha segnato la fine dell’avventura in C1 e ha mandato l’Ajax a consolarsi in C3.

Un campionato

Zlatan al Festival di Sanremo, l’ospite che porta il jazz a Milanello

27/02/2021 alle 22:34

READ  Italia: pioggia di accuse contro Ong che aiutano i migranti nel Mediterraneo

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *