Esplosione dell’acquario di Berlino: i veterinari cercano di salvare i pesci

Veterinari e soccorritori stanno cercando di salvare quanti più pesci tropicali possibile dopo l’esplosione di un enorme acquario a Berlino.

• Leggi anche: [EN IMAGES] Esplode un acquario gigante in un albergo di Berlino

Nonostante i loro migliori sforzi, quasi tutti i 1.500 pesci che vivevano all’interno dell’attrazione AquaDom sono morti dopo il disastro, ma altre centinaia sono stati salvati in acquari separati dai soccorritori.

“È una grande tragedia che 1.500 pesci non abbiano alcuna possibilità di sopravvivenza”, ha affermato Almut Neumann, un funzionario municipale responsabile per le questioni ambientali nel quartiere Mitte di Berlino. Lo scopo del pomeriggio era salvare i pesci nelle restanti vasche”.

Intorno alle 5:45 di venerdì, circa 264.000 litri d’acqua sono fuoriusciti dall’AquaDom, causando ingenti danni all’edificio, che comprende l’hotel Radisson Blu, le caffetterie e una fabbrica di cioccolato. I vigili del fuoco hanno detto che due persone sono rimaste leggermente ferite nell’alluvione.

Il governo del distretto di Berlin Mitte ha confermato su Twitter che alcuni pesci che lottano “sul fondo dell’acquario” hanno ancora una possibilità di sopravvivenza. L’acquario ospita 80 specie di pesci, tra cui il pesce azzurro e il pesce pagliaccio.

Quando gli equipaggi hanno iniziato a ripulire i detriti, i funzionari hanno collaborato con i veterinari per salvare da 400 a 500 pesciolini da vasche separate sotto la hall dell’hotel, che non ricevevano abbastanza ossigeno con l’arresto, l’edificio elettrico.

I pesci sono stati spostati in altri acquari del Sea Life Aquarium.

Diverse organizzazioni, tra cui lo zoo di Berlino, si sono offerte di raccogliere i pesci sopravvissuti.

– Con informazioni dal “New York Post”

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.