Entro 30 anni, l'”Extreme Heat Belt” coprirà il centro degli Stati Uniti

Secondo un nuovo rapporto pubblicato lunedì, gli Stati Uniti vedranno lo sviluppo di una “cintura di calore estremo” nei prossimi 30 anni dalla Louisiana a sud al lago Michigan a nord, attraverso il Midwest americano.

• Leggi anche: L’altopiano tibetano, la torre dell’acqua dell’Asia, è minacciato dal riscaldamento globale

• Leggi anche: Incendi boschivi: un’estate record per le regioni bruciate d’Europa

Questa regione, che ospita oltre 100 milioni di americani e copre un quarto del paese, vedrà almeno un giorno di caldo estremo nel 2053 all’anno, con temperature superiori a 51 gradi Celsius, secondo questo rapporto dell’organizzazione no-profit Prima Fondazione Via.

Attualmente, questo è il caso solo di circa 50 contee degli Stati Uniti con 8 milioni di persone. Entro 30 anni, questo interesserà più di 1.000 contee, inclusi gli stati del Texas, Louisiana, Arkansas, Missouri, Illinois, Iowa, Indiana e persino il Wisconsin meridionale.

Il Midwest è particolarmente colpito a causa della sua distanza dal mare, osserva il rapporto, sebbene altre aree minori della costa orientale e della California meridionale siano state colpite.

Il caldo è il fenomeno meteorologico più mortale negli Stati Uniti, prima di inondazioni o uragani. Può portare a ospedalizzazione e gravi complicazioni. È particolarmente pericoloso in luoghi non utilizzati per il calore elevato, come gli Stati Uniti settentrionali.

La First Street Foundation ha basato le sue previsioni su uno scenario mite degli esperti del clima delle Nazioni Unite (IPCC), in cui le emissioni di gas serra hanno raggiunto il picco negli anni ’40 prima di diminuire.

Oltre a queste temperature estreme, l’intero paese si sta riscaldando. In media, i 7 giorni più caldi dell’anno a livello locale oggi diventeranno i 18 giorni più caldi degli ultimi 30 anni.

READ  L'influenza di Trump colpisce un muro in Georgia

Il numero dei “giorni pericolosi”, definiti nel rapporto come giorni in cui la temperatura sfiora i 38 gradi centigradi, aumenterà soprattutto nel sud del Paese.

Intorno al Golfo del Messico, molte aree hanno attualmente circa 100 giorni all’anno a questa temperatura, ma si prevede che vivranno più di 120 giorni nel 2053.

Le ondate di caldo, che vedono questi giorni afosi susseguirsi ininterrottamente, dovrebbero allungarsi: in trent’anni, vaste aree del Texas e della Florida potrebbero vedere fino a più di 70 giorni consecutivi di circa 38°C.

Il rapporto ha valutato questi cambiamenti in modo molto ampio, al fine di consentire a residenti, imprese e dirigenti di anticipare la loro risposta a livello locale.

“Dobbiamo prepararci all’inevitabile”, ha affermato in una nota Matthew Ibe, fondatore della First Street Foundation. “Le conseguenze saranno terribili”.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.