Egitto: gli studenti celebrano il 220° anniversario dell’indipendenza di Haiti

Egitto: gli studenti celebrano il 220° anniversario dell’indipendenza di Haiti

Gli studenti haitiani dell'Università Senghor di Alessandria d'Egitto hanno celebrato il 220° anniversario dell'indipendenza di Haiti con studenti provenienti da vari paesi del continente africano, compreso il Benin. Gli scambi e le discussioni sulla storia dell'indipendenza di Haiti e la condivisione della zuppa “jomo” sono stati i momenti salienti dell'evento.

Per celebrare il 220° anniversario dell'indipendenza di Haiti, lunedì 1 gennaio 2024, gli studenti haitiani del 19° gruppo dell'Università Senghor di Alessandria hanno organizzato una giornata di riflessione e condivisione sulla zuppa jiraomon, il piatto tradizionale preparato e condiviso in occasione dell'indipendenza di Haiti. Giorno dell'Indipendenza di Haiti. Sia nelle zone rurali che nelle città di tutto il Paese.

In un clima amichevole e fraterno, gli studenti invitati a questa celebrazione hanno conosciuto l'inno nazionale di Haiti, Dessalines; I momenti potenti che portarono all'indipendenza di Haiti, tra cui la rivolta generale degli schiavi nella notte del 14 agosto 1791, nota come Concerto di Bois Caiman, e la battaglia di Vertières del 18 novembre 1803; Si sono anche presi il tempo per discutere del simbolismo della zuppa “jomo”, un piatto che riflette la coesione sociale, la fratellanza e la rivoluzione perché era vietato agli schiavi e riservato ai coloni durante il periodo coloniale. Il tutto condito con una zuppa saporita.

Walner Olivier, studente haitiano del Dipartimento di Cultura dell'Università di Senghor, ha sottolineato la tradizione che incoraggia il consumo di zuppa da parte di tutti gli haitiani ad Haiti e all'estero il 1° gennaio di ogni anno; Così come la designazione UNESCO della zuppa come Patrimonio Immateriale dell’Umanità dal dicembre 2021.

“Jomo non appartiene più ad Haiti o agli haitiani. Ora appartiene all'umanità.” , Egli ha detto.

Da parte sua, Erros Ezechiel Ekundayo Yanklo, rappresentante della comunità del Benin e studente di project management, non ha nascosto la sua soddisfazione. “Questo momento piacevole che abbiamo condiviso insieme ci ha reso veramente felici”, ha espresso il suo sincero ringraziamento alla comunità haitiana.

READ  Sei morti e 16 feriti in un raid russo a Kharkiv

Inoltre, Johnson Visen, uno studente haitiano di Governance e Pubblica Amministrazione, che ha motivato l'intera comunità haitiana a svolgere l'attività, ha affermato di essere soddisfatto di questa prima e che intende pianificarne altre con la comunità haitiana in date importanti legate ad Haiti.

“Grazie per averci dato l'onore di essere qui oggi. Questa attività, la nostra prima, mira a rafforzare i nostri rapporti con gli studenti, in particolare con gli studenti del Benin che hanno legami storici, culturali e spirituali con Haiti.

Alla celebrazione hanno partecipato gli studenti del Master in Sviluppo dell’Università Senghor di Alessandria provenienti da Benin, Repubblica Democratica del Congo, Guinea, Camerun, Mali, Gibuti, Madagascar e Senegal.

James Nonant

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *