Ecco 6 punti di svolta a cui l’umanità si sta avvicinando

Ecco 6 punti di svolta a cui l’umanità si sta avvicinando

Ricercatori diIstituto per l’ambiente e la sicurezza umana L’Università delle Nazioni Unite (UNU-EHS) ha voluto ampliare il concetto di tipping point, di cui si parla spesso quando si parla dei rischi legati al cambiamento climatico, per identificare le conseguenze che graveranno sui nostri sistemi se le nostre abitudini rimarranno invariate.

Come definito dal Gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici (IPCC), un punto di non ritorno climatico si verifica quando un sistema subisce perturbazioni, anche minori, che alterano irreversibilmente il suo stato. Anche se i fattori che hanno portato a questo cambiamento scompaiono, il sistema non può tornare quello che era all’inizio.

Se la calotta glaciale della Groenlandia si sciogliesse, il sistema verrebbe modificato radicalmente: si ritiene quindi che si sia raggiunto un punto critico.

Sebbene il fenomeno della transizione del sistema da uno stato all’altro sia stato osservato nel corso della storia umana, i ricercatori sono preoccupati per la velocità “senza precedenti” con cui questi cambiamenti si stanno verificando ora.

L’obiettivo fissato dall’accordo di Parigi del 2015, che invita i paesi ad attuare politiche per limitare l’aumento della temperatura globale a 1,5 gradi Celsius rispetto ai livelli preindustriali, mira a mitigare i rischi e le conseguenze del cambiamento climatico. Il superamento di questa soglia può innescare molteplici punti di svolta, che possono portare a effetti a cascata.

Lo stesso fenomeno può verificarsi per altre tipologie di impianti; Ecco perché parliamo in modo più ampio di punti di svolta legati al rischio“, spiega il dottor Jack O’Connor, autore principale del rapporto Rischi di catastrofi interconnessi 2023, In un’intervista a Radio Canada.

Notiamo che il rischio, se supera una certa soglia, potrebbe portarci a una nuova situazione completamente diversa dalla precedente, e le sue conseguenze potrebbero essere gravi per l’ambiente e la sicurezza umana.dice il dottor O’Connor.

READ  La Russia chiede ad Hamas di rilasciare gli ostaggi durante i colloqui di Mosca

Poiché i nostri sistemi sono intrinsecamente interconnessi, ciò che è un rischio per una persona lo è anche per tutti gli altri, riassumono gli autori del rapporto.

Mentre estraiamo indiscriminatamente le nostre risorse idriche, danneggiamo la natura e la biodiversità e inquiniamo la Terra e lo spazio, ci stiamo pericolosamente avvicinando a molteplici punti critici che potrebbero distruggere i sistemi che sostengono le nostre vite. »

Citazione da Dott.ssa Zita Sepesvari, coautrice del rapporto

Molti punti critici sono già stati superati in alcune regioni del mondo e si verificheranno su scala globale se non riusciremo a limitare l’aumento della temperatura a 1,5°C. Il dottor O’Connor aggiunge che il modo in cui viviamo attualmente ci sta portando verso altre soglie che, ad esempio, mettono a rischio i nostri sistemi e le nostre risorse alimentari. Anche questi richiedono la nostra attenzione.

Secondo i ricercatori, questi sei punti di svolta hanno cause e fattori comuni, tutti radicati nelle nostre azioni e comportamenti. Esercitando una pressione crescente sui nostri sistemi fino a spingerli sull’orlo del collasso.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *