Donald Trump è in fase di seduzione a Washington

Donald Trump è in fase di seduzione a Washington

(Washington) Due settimane dopo la sua condanna penale, Donald Trump si è recato giovedì a Washington per lanciare un grave attacco contro i legislatori repubblicani e gli imprenditori.


L’ex presidente visita raramente la capitale federale degli Stati Uniti, città che detesta e dove lo attende un nuovo processo.

All’inizio della mattinata, il candidato repubblicano alle elezioni di novembre si è presentato davanti al democratico Joe Biden, alzando il pugno in segno di incontro con i funzionari eletti del suo partito.

L’Iftar è stato organizzato a due passi dal Campidoglio, sede del Congresso americano, preso d’assalto dai suoi sostenitori nel gennaio 2021, e che da allora Donald Trump non ha più visitato.

Circondato da parlamentari, il turbolento settantenne ha discusso a lungo dei suoi problemi legali, secondo un leader repubblicano, ma ha anche parlato dell’aborto, una questione molto delicata in piena campagna elettorale.

Tre anni dopo l’attentato al Campidoglio

Donald Trump, che ha lasciato Washington con la forza nel 2021, ha incontrato anche i senatori repubblicani, in particolare il tenore conservatore Mitch McConnell, con cui ha scambiato strette di mano.

Tuttavia, i rapporti tra i due uomini sono gelidi dopo l’attacco al Campidoglio.

In quella fredda giornata di gennaio, migliaia di sostenitori di Donald Trump hanno attaccato il Congresso americano nel tentativo di opporsi alla certificazione dell’elezione di Joe Biden, provocando un caos inimmaginabile.

Poi Mitch McConnell, il leader repubblicano, ha avuto parole molto dure nei confronti di Donald Trump, accusando il leader di essere “responsabile” dell’attentato.

Ma ciò non ha impedito al senatore ottantenne di schierarsi a sostegno della nomina presidenziale del Partito repubblicano.

READ  Due agenti di sécurité tués sur un campus de la Virginie

“Ho detto tre anni fa, subito dopo l’attacco al Campidoglio, che avrei sostenuto il nostro candidato [républicain]Chiunque sia, compreso lui [Donald Trump] “, ha giustificato mercoledì.

Donald Trump, circondato da un folto gruppo di senatori durante una conferenza stampa nel primo pomeriggio, non ha discusso di queste differenze con Mitch McConnell.

Al contrario, ha elogiato la “straordinaria unità” del Partito repubblicano.

Ha aggiunto: “Penso che assisteremo ad elezioni straordinarie”, promettendo una politica di immigrazione più severa, un forte esercito americano e smettendo di “sprecare denaro in tutto il mondo”.

“posizione giusta”

Tra due incontri con i parlamentari, Donald Trump ha incontrato anche i leader delle più grandi aziende americane e i membri della Business Roundtable.

Il gruppo di lobby, che rappresenta i capi di Amazon, Apple e McDonald’s, prende regolarmente posizione su argomenti direttamente correlati ai suoi membri, come le tasse o gli accordi commerciali internazionali, ma anche su questioni sociali più ampie.

Anche Joe Biden è stato invitato a uno scambio con il gruppo, ma non ha potuto partecipare a causa del vertice del G7 che si terrà in Italia.

Di fronte a questi leader aziendali, Donald Trump ha dovuto spiegare in dettaglio come la sua piattaforma avrebbe “apportato tagli fiscali, deregolamentazione record, commercio equo, energia abbondante e bassa inflazione”, come hanno affermato coloro che lo circondavano.

Il portavoce della campagna di Joe Biden, James Singer, ha risposto dicendo: “Donald Trump non sarà nemmeno in grado di gestire una situazione giusta, per non parlare del nostro Paese”.

“È un truffatore, un truffatore, un uomo d’affari fallito e un presidente che ha lasciato l’America in rovina. »

READ  Trudeau e Biden sono sostenitori della tortura della gotta

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *