Custodia Huawei | La causa intentata da Meng Wanzhou contro HSBC per documenti

(Hong Kong) Il colosso cinese delle telecomunicazioni Huawei ha confermato giovedì che Meng Wanzhou, un amministratore delegato del gruppo che ha minacciato di estradarlo negli Stati Uniti con l’accusa di frode bancaria, ha intrapreso un’azione legale contro HSBC Bank a Hong Kong per ottenere documenti.


France Media

La figlia del fondatore di Huawei Ren Zhengfei è stata arrestata a Vancouver alla fine del 2018 su richiesta degli Stati Uniti per aver aggirato le sanzioni statunitensi contro l’Iran.

Washington accusa M.sono Meng ha mentito a un dirigente di una banca HSBC nel 2013 sui collegamenti di Huawei con una sussidiaria chiamata Skycom che vendeva apparecchiature per le telecomunicazioni all’Iran, sottoponendo la banca a sanzioni statunitensi.

La ricorrente ha sempre negato queste accuse e, secondo il suo avvocato, i documenti lo possono provare.

A febbraio, ha perso una causa simile. L’Alta Corte di Londra gli ha negato l’accesso ai documenti della banca HSBC britannica che avrebbe dovuto aiutarlo nella sua difesa.

Il giudice non si è sentito in grado di giudicare quali documenti della HSBC sarebbero stati necessari per garantire un processo equo.

I suoi avvocati ora sperano che la giustizia di Hong Kong sarà governata nell’interesse del loro cliente.

La richiesta fatta dal maestro.sono Un portavoce di Huawei ha detto all’AFP che Ming a Hong Kong mira a cercare prove ai sensi della legge di Hong Kong per dimostrare la sua innocenza.

“Qualunque sia la decisione del tribunale, il sig.sono Ha aggiunto che Meng avrebbe continuato a difendere i suoi diritti nelle azioni canadesi.

READ  Stati Uniti: un intruso che si imbarca su un aereo ufficiale in una base militare

Secondo il sito web delle autorità giudiziarie di Hong Kong, la prima udienza in questo caso è prevista per venerdì.

HSBC ha rifiutato di commentare.

1 arrestatoè essere Dicembre 2018 all’aeroporto di Vancouver, M.sono Da allora Meng vive sotto sorveglianza in una delle lussuose case che possiede in questa città del Canada occidentale.

Il suo arresto ha scatenato una grave crisi diplomatica tra Cina e Canada.

Le udienze sulla possibile estradizione dovrebbero riprendere il 15 marzo a Vancouver e terminare a metà maggio.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *