Cinque reati commessi da Donald Trump con documenti riservati

La polizia federale degli Stati Uniti ha sequestrato i documenti contrassegnati come “top secret” durante la perquisizione della casa dell’ex presidente Donald Trump lunedì, secondo i documenti del tribunale rilasciati venerdì.

• Leggi anche: Cerca Mar-a-Lago: documenti “top secret” confiscati a Trump

• Leggi anche: Trump house search: la giustizia può rendere pubblico il memo

Gli episodi precedenti menzionano che il miliardario repubblicano a volte maneggiava o usava informazioni riservate con una certa leggerezza quando era al potere.

I suoi poteri di presidente gli hanno permesso di decidere da solo di declassificare alcune informazioni riservate. Ma alcune delle sue scelte hanno sconcertato la comunità dell’intelligence per non dire altro.

Immagine del tweet

Il 30 agosto 2019, Donald Trump ha pubblicato su Twitter una foto di quella che sembrava essere l’immagine ad alta risoluzione di un missile o di una piattaforma di lancio in Iran. Dopo un incontro con i suoi servizi di intelligence, ha confermato di aver scattato la foto.

Informazioni condivise

Il 10 maggio 2017, il Presidente ha ricevuto alla Casa Bianca il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov e l’ambasciatore russo negli Stati Uniti Sergey Kislyak.

Rivela loro informazioni dettagliate provenienti da un paese terzo del Medio Oriente sulle capacità offensive dello Stato Islamico (ISIS).

Ma questi elementi altamente protettivi in ​​realtà provenivano da Israele e sono molto arrabbiati nel vedere queste informazioni fornite ai russi.

segreto svelato

In una conversazione telefonica nell’aprile 2017, Donald Trump ha detto al suo omologo filippino Rodrigo Duterte che due sottomarini nucleari statunitensi stavano navigando al largo della costa nordcoreana, portando con sé una “grande forza d’attacco”, secondo la presidenza filippina.

READ  La sua gamba sbagliata è stata amputata a causa di un errore umano

L’ubicazione dei sottomarini nucleari, elementi centrali del deterrente nucleare statunitense, è un segreto gelosamente custodito dal Pentagono.

Rilevato dispositivo nucleare

In un’intervista con la superstar americana Bob Woodward nel 2019, Donald Trump ha menzionato l’esistenza di un ordigno nucleare segreto degli Stati Uniti.

“Ho costruito un sistema di armi, una cosa nucleare, che nessuno in questo paese aveva prima”, ha detto. “Abbiamo qualcosa di cui né Putin né Xi hanno sentito parlare”.

Troppi dettagli

Nel rivelare l’uccisione del leader dello Stato Islamico (ISIS) Abu Bakr al-Baghdadi nell’ottobre 2019, il presidente degli Stati Uniti ha fornito molti dettagli – il numero di elicotteri coinvolti, l’ingresso di commando nell’edificio, il precedente spionaggio tramite telefoni ISIS e Internet – solitamente nascosto dal Pentagono. .

Queste informazioni potrebbero consentire agli avversari degli Stati Uniti di capire meglio come sta procedendo il suo esercito, stima con Politico l’ex comandante delle forze speciali Michael Nagata.

ambiente ingannevole

Infine, sembra che Donald Trump non abbia detto tutto ai capi dell’intelligence.

Nel luglio 2018, il capo dell’intelligence Dan Coats è sembrato sorpreso quando gli è stato detto, in una conferenza, che la Casa Bianca stava invitando Vladimir Putin, con cui Trump aveva appena parlato a Helsinki, a Washington.

“Scusate?” aveva detto.

Il sig. Coats ha anche ammesso di essere rimasto all’oscuro del contenuto della riunione dei capi di stato in Finlandia. “Non so cosa sia successo durante quell’incontro”, ha detto tre giorni dopo l’intervista.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.