Brittini nell’autobus dei calciatori italiani a Roma!

Un ospite d’eccezione ha beneficiato del trasferimento degli italiani da Londra a Roma, nella notte tra domenica e lunedì: Matteo Berrettini, che aveva appena perso la finale di Wimbledon contro il numero uno del mondo Novak Djokovic (6-7, 6-4, 6-4, 6 -3), no Assiste solo all’incoronazione della sua Squadra Azzurra all’indomani della partita di Wembley, domenica sera contro l’Inghilterra (1-1, tab: 3-2).

Così ha approfittato di Berrettini Tutte le celebrazioni dedicate ai nuovi campioni d’Europa, Il presidente Mario Draghi ha deciso di riceverlo contemporaneamente e di includerlo in tutte le cerimonie ufficiali. L’ottavo giocatore del mondo, che è indiscutibile, è riuscito a salire sull’autobus destinato al grande spettacolo mentre lasciava il palazzo presidenziale.

“Più nervoso di mio padre durante il mio ultimo fidanzamento!”

Berrettini è il primo giocatore italiano a raggiungere una finale del Grande Slam, ma beneficia comunque di un tempismo impeccabile: nel 2010 e poi nel 2015, Francesca Schiavone e poi Flavia Pennetta chiaramente non meritavano questi trofei, anche se hanno appena vinto il Roland Garros e gli USA Open di fila – Bennetta ha persino bandito Serena Williams dal Grand Slam 2015 a New York.

Assistere alla partita con il giocatore australiano Alja Tomljanovic, la sua ragazzaBerrettini era già stato chiamato dopo l’incontro per rispondere al microfono di Sky Sport con Gianluigi Donnarumma, il portiere eroe della serata: “Volevo vedere questa partita in diretta per cercare di scrollarsi di dosso la delusione. È stato fantastico. Sono stato grande. Più nervoso di quanto lo fossero i miei genitori durante la finale di Wimbledon!”

READ  La Juventus ha scortato 80 giovani profughi in Italia

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.