Bouteflika sepolto con meno onore dei suoi predecessori

L’ex presidente algerino Abdelaziz Bouteflika sarà sepolto, domenica, in piazza dei martiri nel cimitero di Olaya ad Algeri, dedicato agli eroi della guerra d’indipendenza, ma riceverà meno onori dei suoi predecessori.

Abdelaziz Bouteflika, dopo essere stato espulso dal potere nel 2019 dopo 20 anni alla guida dell’Algeria, è morto all’età di 84 anni in una casa di cura a Zeralda (Algeria occidentale).

La televisione di Stato ha riferito che l’uomo, che è stato anche capo diplomatico algerino per 14 anni negli anni ’70, dovrebbe essere sepolto dopo la preghiera di mezzogiorno.

Fonti confermate hanno affermato che l’esposizione delle sue spoglie al Palazzo del Popolo di Algeri, inizialmente annunciata, è stata annullata. Tuttavia, questo edificio cerimoniale è stato oggetto di preparativi per tale meditazione alla presenza dei dignitari del paese.

I corpi degli antenati di Bouteflika e persino del suo ex capo di stato maggiore Ahmed Gaid Salah furono esposti in questo palazzo prima di essere sepolti.

Secondo la radio privata M, il corteo funebre partirà direttamente da Zeralda – dove vive l’ex presidente da quando è stato colpito da un ictus nel 2013 – per andare al cimitero di Al-Alia, a una decina di chilometri di distanza. L’accesso ai media pubblici nazionali è stato limitato.

La radio ha detto che sarà “un funerale di stato con protocollo di sicurezza e dispiegamento” come al solito, e “i resti dell’ex capo di stato saranno trasportati da un carro armato militare”. Al cimitero parteciperanno il presidente Abdelmadjid Tebboune, membri del governo e diplomatici stranieri.

Successivamente, Abdelaziz Bouteflika sarà sepolto in Piazza dei Martiri, dove i suoi antenati giacciono accanto ai personaggi della Guerra d’Indipendenza (1954-1962).

READ  Russia | Secondo il suo avvocato, Navalny è "estremamente debole" e rimane senza cure

Teso

Debole e incapace di parlare da quando è stato colpito da un ictus, l’ex presidente è stato costretto a dimettersi il 2 aprile 2019, dopo quasi due mesi di proteste di massa del movimento per la democrazia contro la sua intenzione di candidarsi per il quinto mandato consecutivo.

Al termine di diverse ore di galleggiamento senza una reazione ufficiale alla morte dell’ex presidente, il presidente Abdelmadjid Tebboune, che fu primo ministro sotto Bouteflika, ha emesso un decreto con metà della bandiera nazionale “per tre giorni” in onore del ” Mujahid”. (Combattente per l’indipendenza, ndr) Abdelaziz Bouteflika.”

Questa procrastinazione illustra, secondo gli osservatori, i timori di manifestazioni ostili contro un ex presidente in modo distorto.

“Immagino che i decisori siano nervosi perché c’è molto odio intorno alla personalità di Bouteflika sui social media”, ha detto all’AFP un ricercatore svizzero specializzato in affari del Maghreb presso l’Istituto tedesco SWP.

“Non sanno davvero cosa fare, poiché tra le élite politiche, economiche e amministrative c’è un numero relativamente elevato di prodotti o beneficiari dell’era Bouteflika”, aggiunge.

Secondo il professore, gli attuali leader «cercano di distinguersi da lui, ma non possono o non vogliono nemmeno trasferirlo nell’oblio della storia».

Messaggio dal Marocco

I precedenti capi di stato sono stati sepolti con i più alti onori, come il primo presidente dell’Algeria indipendente, Ahmed Ben Bella (1963-1965), che ha avuto il diritto di tenere un funerale di stato nell’aprile 2012.

Bouteflika, che aveva emanato un decreto di lutto nazionale per otto giorni, aveva scortato personalmente la bara del Palazzo del Popolo al cimitero di Alia, alla presenza di tutta la classe politica e degli alti dirigenti maghrebini.

READ  Tour mondiale da solista | Sosta a Montreal per un giovane pilota

La morte del terzo presidente algerino (1979-1992), Chadli Bendjedid, all’inizio della democratizzazione delle istituzioni, è stata seguita da un funerale nazionale e da otto giorni di lutto, nel 2012.

Segno dell’imbarazzo delle autorità, i media ufficiali hanno riportato in breve la morte del presidente deposto. La televisione di Stato ha aspettato 24 ore per raccontare sul suo giornale le tappe principali di un percorso politico per quasi 60 anni, senza soffermarsi molto.

All’estero, il re del Marocco Mohammed VI ha inviato un telegramma di “condoglianze e tenerezza” al presidente algerino dopo la morte di Bouteflika, anche se c’erano forti tensioni tra Algeria e Rabat.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *