Boeing ritira la richiesta di derogare alle norme di sicurezza per il suo aereo 737 Max 7

Boeing ritira la richiesta di derogare alle norme di sicurezza per il suo aereo 737 Max 7

Boeing ha annunciato lunedì sera che rinuncerà alla richiesta di un'esenzione temporanea dalle norme di sicurezza statunitensi per la versione più piccola del suo aereo 737 MAX, che ha suscitato critiche dopo che una porta si è fermata mentre volava su un aereo Boeing della stessa generazione all'inizio di gennaio.

• Leggi anche: Un dirigente della Boeing si scusa per i problemi con il 737 MAX 9

• Leggi anche: Alaska Airlines riporta in servizio il Boeing 737 MAX 9 con il volo Seattle-San Diego

• Leggi anche: Il CEO della Boeing riconosce la “gravità” dell'incidente del 737 dell'Alaska Airlines

Il produttore di aerei americano aveva richiesto un'esenzione temporanea all'ente regolatore dell'aviazione statunitense (Federal Aviation Administration, FAA) per quanto riguarda il sistema antigelo del motore del suo 737 Max 7, il più piccolo della famiglia Max, che non ha ancora ricevuto la certificazione.

“Abbiamo notificato alla FAA che stiamo ritirando la nostra richiesta per un'esenzione a tempo limitato relativa al sistema di sghiacciamento dell'aspirazione del motore 737-7”, ha annunciato lunedì sera Boeing.

“Invece, integreremo una soluzione ingegneristica che sarà completata durante il processo di certificazione”, ha affermato il produttore.

La richiesta di deroga della Boeing è stata criticata la scorsa settimana dal senatore dell'Illinois Tammy Duckworth, che l'ha vista come “un coraggioso tentativo di anteporre i profitti alla sicurezza dei passeggeri che voleranno sul Max 7”.

La signora Duckworth ha incontrato giovedì scorso il CEO della Boeing Dave Calhoun per discutere questioni di sicurezza in seguito all'incidente del 5 gennaio a bordo di un aereo Alaska 737 Max 9.

READ  corruzione | L'UE invita l'Ucraina ad accelerare le riforme

Quel giorno, durante il volo, il portello della cabina si aprì, costringendo l'aereo ad effettuare un atterraggio di emergenza. Sebbene non ci siano stati feriti gravi, gli ispettori di sicurezza statunitensi ritengono che l'incidente avrebbe potuto essere catastrofico.

Questo incidente probabilmente rallenterà la certificazione FAA del 737 MAX 7 e 737 MAX 10, il che probabilmente avrà un impatto sulla redditività di Boeing.

Boeing ha dichiarato lunedì che è “impegnata nella trasparenza, ascoltando tutti i nostri stakeholder e intraprendendo le azioni necessarie per migliorare la sicurezza e la qualità in Boeing”.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *