Biden, Trump e i segreti dello stato americano

Biden o membri del suo entourage hanno conservato informazioni riservate per più di sei anni in un ambiente insicuro. Altre cinque pagine contenenti questo tipo di informazioni sensibili sono state appena trovate a casa del presidente Biden nel Delaware, portando il totale a sei scoperte nell’ultima settimana. La rivelazione arriva quando i suoi avvocati hanno fornito nuovi dettagli di precedenti rivelazioni negli ultimi due mesi a casa sua e in un ufficio che usava quando era vicepresidente.

La Casa Bianca è stata criticata per non aver rivelato la questione molto prima. L’avvocato di Biden ha affermato che il presidente ha cercato di bilanciare la trasparenza con la necessità di proteggere l’integrità delle indagini evitando di divulgare informazioni che potrebbero danneggiare il lavoro degli investigatori.

Parallelo tra i due casi?

È la prima volta nella storia americana che un presidente in carica e il suo immediato predecessore sono stati oggetto di indagini penali federali simultanee.

Per la gioia di Trump e dei repubblicani, la scoperta di documenti riservati in possesso di Biden porta il pubblico americano a considerare i due casi simili. Come si può attribuire a Trump qualsiasi responsabilità penale in relazione ai documenti classificati trovati a Mar-a-Lago se non viene fatto nulla contro Biden?

Ebbene, certo, Biden ha infranto la legge essendo in possesso di documenti riservati in ambienti non protetti. La sua amministrazione si è sparata sui piedi ritardando la divulgazione del problema. La Casa Bianca ha creato sospetti che serviranno politicamente a Trump e ai repubblicani.

Trump è sotto inchiesta per aver nascosto intenzionalmente documenti riservati perché ha rifiutato le richieste dirette dei funzionari degli archivi nazionali. L’FBI ha dovuto confiscare i documenti insieme a un mandato di perquisizione dopo aver scoperto che gli avvocati di Trump avevano mentito loro. Nel caso di Biden, i suoi avvocati hanno lavorato a stretto contatto con i National Archives, informandoli prontamente della loro scoperta e rilasciando i documenti.

READ  I sostenitori dell'aborto negli Stati Uniti affermano: "Siamo all'offensiva"

L’unico reato di cui Biden può essere accusato è la perdita di informazioni sulla sicurezza nazionale per “grave negligenza”.

Addio Trump e Biden

Per il caso Biden è stato nominato un investigatore privato indipendente, quindi non sembra che il Dipartimento di Giustizia stia riservando al presidente un trattamento di favore, viste le indagini in corso su Trump. Una decisione basata sulla percezione pubblica tanto quanto sulla legge. Le apparenze contano molto in politica.

Non credo che questo salverà Trump dall’essere accusato di aver rubato documenti riservati. Ma danneggerà ulteriormente l’immagine di Biden e aumenterà i dubbi dei democratici sulla sua candidatura nel 2024.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.