Austria: la giustizia sospende il trasferimento del boia dell'incesto Fritzl

Austria: la giustizia sospende il trasferimento del boia dell'incesto Fritzl

Lunedì la giustizia ha impedito il trasferimento dell'autore austriaco Josef Fritzl al sistema di detenzione tradizionale, prima di richiederne la liberazione condizionale.

• Leggi anche: Austria: Fritzl, l'assassino dell'incesto, trasferito dall'unità di massima sicurezza

• Leggi anche: Sua figlia in carcere da 24 anni: per un molestatore sessuale inizia il processo per essere liberato

Alla fine di gennaio, il tribunale regionale di Krems, una città a circa 80 chilometri a nord-ovest di Vienna dove è detenuto, ha stabilito che “non rappresenta più un pericolo” dopo 15 anni dietro le sbarre.

Pertanto ha accettato di essere trasferito dal reparto di massima sicurezza, ma il Pubblico Ministero ha presentato ricorso contro tale decisione.

“Contrariamente alla valutazione del tribunale di primo grado, la Corte d'appello di Vienna ha concluso che i fatti non erano stati completamente chiariti”, si legge in una nota.

Ha quindi chiesto alla corte di raccogliere ulteriori prove prima di pronunciarsi nuovamente sulla richiesta del detenuto 88enne.

L'elettricista professionista è stato condannato all'ergastolo nel marzo 2009. Era stato arrestato un anno prima, dopo che uno dei sette figli nati da una relazione incestuosa con sua figlia Elisabeth Fritzl era stato ricoverato in ospedale.

Quest'ultima è stata rapita e violentata dal 1984 al 2008 in un bunker allestito nel seminterrato della proprietà di famiglia ad Amstetten.

È stato condannato per incesto, falsa detenzione, lesioni personali gravi, 3.000 stupri, nonché per l'omicidio colposo di uno dei bambini poco dopo la nascita.

Alla fine di aprile è prevista una nuova udienza presso il tribunale di Krems, ha detto all'AFP Astrid Wagner, l'avvocato di Josef Fritzl.

READ  Fingere di essere rapito per evitare il lavoro

Ha aggiunto che nelle prossime settimane verranno effettuati altri esami medici, comprese le scansioni cerebrali, e ha criticato i pubblici ministeri per “aver ritardato inutilmente la procedura”.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *