Api elettriche | Agenzia di stampa scientifica

Ciò ha suscitato la curiosità di un team dell’Università di Bristol in Inghilterra, La rivista britannica riporta il nuovo mondo. La misurazione dei campi elettrici è aumentata improvvisamente, mentre non c’era attività temporalesca. Aggiungendo dispositivi e questa volta monitorando più attentamente i corridoi delle api – volano in grandi gruppi quando cercano un nuovo posto dove stabilirsi – i ricercatori hanno osservato che le cariche elettriche variavano tra 100 e 1.000 volt al metro. Maggiore è la densità dello sciame, maggiore è la carica. A 1.000 volt al metro, è più di quanto puoi misurare in una nuvola temporalesca.

Abbiamo appreso che le api, singolarmente, erano “portatrici” di una piccola carica elettrica, ma sarebbe stata la prima volta, Tipo Ricercatori di riviste iScienzache misuriamo un carico di “gruppo”, almeno, di queste dimensioni.

Non è nemmeno chiaro se sia utile per loro in movimento. I ricercatori ipotizzano Potrebbe essere un semplice risultato dell’attrito tra le loro ali e l’aria. Ma solleva interrogativi sulla possibilità altre creature È solo “elettrico”.

READ  Val-Saint-François aggiunta alle aree a rischio di zecca

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.