Americano muore in un incidente di camion con motore a reazione

Un pilota di un semirimorchio montato con tre motori aeronautici è morto sabato dopo essere rimasto coinvolto in un incidente durante un salone dell’auto nello stato americano del Michigan, dove ha superato i 480 km/h.

Chris Darnell, 40 anni, è morto “per le ferite riportate” dopo questo incidente causato da un “guasto meccanico”, dice suo padre, Neil Darnell, su Facebook.

I video pubblicati su YouTube mostrano il camion, soprannominato “SHOCKWAVE”, due aerei in bilico sopra la testa come parte della parata, apparentemente perdendo il controllo prima che prenda fuoco ed esegua una serie di rotoli di botte sull’asfalto. Aeroporto di Battle Creek, dove si tiene l’Air Show Festival.

“Abbiamo perso il nostro figlio più giovane Chris in un incidente mentre faceva ciò che ama: esibirsi con SHOCKWAVE”, ha scritto suo padre.

Secondo il sito web dell’azienda, il camion, equipaggiato con i tre motori aeronautici, aveva precedentemente raggiunto una velocità di 605 km/h, record per un semirimorchio.

E la polizia di Battle Creek ha indicato, sabato sera, che “l’indagine su questo incidente sta continuando”, rilevando che l’agenzia statunitense responsabile dell’aviazione sta partecipando alle indagini.

Il resto degli spettacoli aerei del festival doveva riprendere domenica mattina e durare lunedì 4 luglio, festa nazionale degli Stati Uniti.

READ  Ucraina: sospesi i negoziati di pace, Mosca "non capisce"

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.