Al Roland-Garros si conferma la rinascita del tennis italiano

Con cinque giorni di ritardo, il Roland Garros, lunedì 7 giugno, trasmette la festa nazionale italiana. Ritirandosi domenica prima degli ottavi di finale contro Matteo Berrettini per salvarsi contro Wimbledon, sua priorità, Roger Federer ha rotto un po’ l’aria. qualunque cosa. Yannick Sener e Lorenzo Musseti devono affrontare rispettivamente Rafael Nadal e Novak Djokovic per un posto nei quarti di finale, e con loro, un intero paese sarà in attesa del successo contro due giganti del peso di 38 titoli del Grande Slam.

Da trentotto anni la Francia aspetta di succedere a Yannick Noah? In questo giochetto l’Italia fa una prestazione “migliore”. È passato quasi mezzo secolo dall’incoronazione di Adriano Banatta sul fango parigino nel 1976. Ma la carestia potrebbe finalmente finire tra i vicini alpini.

Leggi anche: L’orizzonte per il tennis francese è ancora in stallo

Quando il tennis francese ha registrato la sua peggior performance dell’anno dalla creazione dell’Open di Francia nel 1925 (nessun giocatore ha superato il numero 2e Tour), la flotta italiana conferma la sua rinascita: quest’anno cinque di loro – Matteo Berrettini, Janic Sener, Lorenzo Mosetti, Marco Cecchinato e Fabio Fognini – si sono qualificati a 3e Torre del Roland Garros. Ad ottobre 2020, nella versione autunnale del torneo, due Azzurro Ha compiuto otto anni.

“So che non è impossibile.”

Per la prima volta nella sua storia, questa primavera il paese ha inserito dieci rappresentanti nella lista dei primi 100 delegati e la Francia ha un’altra unità. Ma la classifica “gara”, che aggrega i punti su un anno solare piuttosto che in base alle prestazioni di anno in anno, è più eloquente: cinque italiani sono tra i primi 30 (meglio di tutti gli altri) e nessuno tra i francesi.

“Abbiamo riportato il tennis nelle case degli italiani, e sono contento” (Matteo Berrettini, 9e tutto il mondo)

Tuttavia, il tennis maschile italiano ha vissuto un periodo interminabile di difficoltà. Per decenni ci sono stati dei lampi, fino alla semifinale a sorpresa di Marco Cecchinato – eliminato sabato alle 3e Turno del fratello minore Mussetti – durante l’edizione 2018 del Grand Slam di Parigi, lasciando cadere Novak Djokovic nel processo.

Leggi anche Roland-Garros 2018: Il Palermo si è innamorato del “Miracolo Cecchinato”

“È stato una specie di innesco per tutti noi, . disse Scienziato Matteo Berrettini, numero 9 del mondo e leader della colonia italiana, poche ore prima di conoscere l’affare di Federer. Ci ha aiutato a capire che non era impossibile. E poi ho vinto Gstaad [en juillet 2018]E il Una volta che la prima squadra ha iniziato a vincere, sono seguite le altre: Fabio [Fognini] ha vinto Montecarlo, [Lorenzo] Sonego ha vinto due titoli…”

Hai il 65,55% di questo articolo da leggere. Il resto è solo per gli abbonati.

READ  Estensione delle procedure sanitarie per i viaggi aerei al Granducato del Lussemburgo

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *