Al Congresso, teatro e inchieste senza fine

Al Congresso, teatro e inchieste senza fine

C’è una vecchia barzelletta secondo cui i repubblicani combattono e cercano di convincere gli elettori che il governo non funziona e, quando vincono, cercano di dimostrarlo.

Questo è ciò che possiamo aspettarci dalla nuova Camera dei rappresentanti, che è controllata dai repubblicani – se così si può chiamare controllata – repubblicana.

Il circo dell’elezione di Kevin McCarthy a presidente è stato solo un preludio. La maggioranza repubblicana ha già cominciato a dimostrare di non avere alcuna intenzione di partecipare al governo.

Le nuove regole da cui dipendeva l’elezione di McCarthy hanno assicurato che questa sessione sarebbe stata sia teatrale che ostruttiva.

sul filo del rasoio

La prima regola imposta dai ribelli è quella di concedere un voto di fiducia contro il “Presidente” su richiesta di un solo membro. Ciò ha portato alla clamorosa partenza del leader repubblicano John Boehner nel 2015.

Quindi McCarthy sarà alla mercé degli estremisti che gli impediranno di scendere a compromessi con i Democratici. Per i radicali, l’obiettivo principale non è la legislazione, ma ottenere i riflettori per apparire su Fox News e attrarre contributi finanziari dalla base repubblicana.

McCarthy si legherebbe anche le mani con i budget o alzerebbe il tetto del debito. Quei voti diventeranno una grande opportunità per i radicali del Partito Repubblicano di mettere in scena uno spettacolo, a rischio di innescare una crisi finanziaria che sopporterà il peso del mondo intero.

Indagini fino alla sete

Per placare questi estremisti, il nuovo Presidente del Parlamento ha promesso di moltiplicare le inchieste parlamentari su tutti i temi che suscitano la base partigiana.

Quindi ci saranno inchieste sui temi preferiti dalla destra: le vicende della famiglia Biden e le azioni del “deep state”, accusato di aver preso di mira ingiustamente la destra.

READ  Ovaldi: Un'insegnante ha chiamato il marito della polizia che era davanti alla scuola

Oltre a garantire ai legislatori repubblicani un pubblico in cattività su Fox News, queste indagini solleveranno casi relativamente innocui in un modo che farà sembrare la pila di scandali di Joe Biden grande quanto la montagna di scandali in espansione di Donald Trump.

La vera natura del Partito Repubblicano

Questa sessione dimostrerà che l’estremismo non è nella mente di una piccola minoranza nel Partito Repubblicano.

Infatti, quando la maggioranza dei membri repubblicani ha rifiutato di approvare l’elezione di Joe Biden il 6 gennaio 2021, è la maggioranza della delegazione repubblicana che giocherà a questo gioco durante questa nuova sessione.

Cosa significa tutto questo per Donald Trump? Non chiaro. Alcuni parlano di debolezza, perché gli estremisti anti-McCarthy si sono rifiutati di ascoltare immediatamente le sue richieste di ordini.

Tuttavia, è anche vero che in tutto questo circo, tutti i repubblicani hanno voluto difendere l’ex presidente e chiedere il proprio movimento politico.

È anche vero che l’obiettivo nascosto delle inchieste avviate alla Camera dei Rappresentanti è soffocare gli scandali Trump in un mare di “che dire”.

In questo contesto, i repubblicani si sentiranno in dovere di difendere Trump, che non può ferirlo.

No, l’ex capo semi-pensionato di Mar-a-Lago deve ancora dire la sua ultima parola.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *