Accoglienza di rifugiati dall’Afghanistan | L’NDP rivedrà l’obiettivo liberale in su

(Ottawa) Il Nuovo Partito Democratico è impegnato ad accogliere più rifugiati afgani rispetto al Partito Liberale.


Melanie Marquez

Melanie Marquez
Giornalismo

Il portavoce dell’NDP Olivier Clavet ha scritto che l’obiettivo dei liberali, che è stato ridotto da 20.000 a 40.000 nel programma elettorale presentato mercoledì, “può essere raggiunto solo”. Giornalismo, Giovedi.

Quindi i nuovi democratici intendono “accogliere di più”, ha sostenuto nella stessa lettera, senza fornire ulteriori dettagli sull’obiettivo. “Lo annunceremo in seguito”, ha detto il portavoce.

Se rieletto, il governo Trudeau si impegna ad aprire le porte del Canada a 40.000 rifugiati in fuga dall’Afghanistan, dove il regime talebano ha ripreso il potere a metà agosto.

“Molti di loro sono donne, bambini, persone appartenenti a minoranze in fuga dai talebani o persone che hanno aiutato il Canada e i nostri alleati negli ultimi due decenni”, ha affermato il Programma elettorale liberale.

“Come per i siriani reinsediati in Canada negli ultimi cinque anni, questi individui arricchiranno le nostre comunità e daranno un prezioso contributo alla società canadese”, aggiunge il documento.

I liberali prevedono di spendere 350 milioni di dollari per il progetto entro il 2022-2023.

A Bloc Québécois, non volevamo commentare o mostrare l’obiettivo del NDP.

“La priorità non è tirare fuori una nuova cifra dal cilindro, ma piuttosto aiutare i rifugiati afghani la cui sopravvivenza è a rischio a lasciare il Paese. È chiaro che il Quebec farà la sua parte e incoraggerà il blocco del Quebec ad accogliere l’Afghanistan rifugiati”, ha detto venerdì la rappresentante uscente Christine Normandin.

Il Partito Conservatore non ha risposto alle domande di Giornalismo riguardo alle loro intenzioni riguardo all’accoglienza dei rifugiati afghani giovedì o venerdì.

READ  Missile cinese: per questo fine settimana è previsto un ritorno incontrollato sulla Terra

Il governo di Trudeau è stato preso di mira da altri per la sua gestione dell’operazione di salvataggio dell’esercito canadese sul terreno in Afghanistan. Si stima che i liberali siano stati lenti nell’agire e abbiano evacuato pochissime persone prima della chiusura temporanea del “ponte aereo” giovedì scorso.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *