Wimbledon: Djokovic chiude due set sotto

Non è stato facile per Novak Djokovic affrontare Yannick Sener nei quarti di finale a Wimbledon Central martedì.

In ritardo di due set, il serbo ha messo in scena una delle sue leggendarie rimonte vincendo 5-7, 2-6, 6-3, 6-2, 6-2.

Allo stesso tempo, si è unito a Jimmy Connors al secondo posto per il maggior numero di vittorie a Wimbledon con 84. Solo Roger Federer è davanti a lui.

Djokovic ha anche firmato la sua 26esima vittoria consecutiva all’All England Lawn Tennis and Croquet Club. Ancora una volta abbiamo avuto a che fare con il grande Djokovic.

Nei primi due set Sinner aveva il controllo del match e l’ex numero uno del mondo faticava a trovare risposte agli attacchi degli italiani. Tuttavia, la marea è cambiata durante il terzo round.

Dal momento in cui è riuscito a distruggere Sinner, Djokovic ha iniziato. Questo è stato l’inizio della diapositiva per il suo rivale di 20 anni.

“Ci sono state due partite: nei primi due set stava meglio. Mi sono preso una pausa per andare in bagno alla fine del secondo set e ho colto l’occasione per parlarmi allo specchio per tirarmi su il morale”, il primo numero uno spiegato.

Ha aggiunto: “Sulla via del ritorno, ho avuto l’opportunità di fare un break veloce nel terzo set, e mi ha dato fiducia e ho sentito che stava iniziando a dubitare. Penso ancora di poter tornare indietro di un paio di set. Forse è il processo, o la pausa bagno, o una combinazione dei due”.

Per un posto in finale, Djokovic affronterà il britannico Cameron Norrie (la nona testa di serie), che ha battuto il belga David Coffin 3-6, 7-5, 2-6, 6-3, 7-5 nel corso della giornata.

READ  Motorsport: la F1 solleva molte domande dopo la 'farsa' del Gran Premio del Belgio

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.