Volodymyr Zelensky “grato” per la nuova assistenza militare statunitense di 820 milioni di dollari

L’Ucraina chiede alla Turchia di fermare una nave russa nelle sue acque

L’ultimo episodio della guerra del grano tra Kiev e Mosca: l’ambasciata ucraina ad Ankara, venerdì, ha chiesto alla Turchia di fermare una nave russa arrivata vicino alla costa del Mar Nero dal porto ucraino di Berdyansk, sotto l’occupazione russa. Kiev sospettava che la barca stesse trasportando migliaia di tonnellate di grano rubate dai russi.

Il Zebek ZuliSecondo il sito web Marine Traffic, che traccia i movimenti delle barche lunghe 140 metri, battenti bandiera russa, attraccate a un chilometro dal porto di Karasu, sulla costa turca a est di Istanbul.

Da Berdansk occupata, Zhebek Zuli è entrato nel porto di Karasu. Su richiesta del procuratore generale dell’Ucraina, abbiamo chiesto alla parte turca di prendere le misure necessarie” Lo ha detto l’ambasciatore Vasyl Bodnar su Twitter, ma non ha specificato il tipo di carico a bordo.

All’inizio di giugno, il signor Bodnar ha accusato la Russia di aver rubato grano: “La Russia ruba senza vergogna grano all’Ucraina e lo esporta dalla Crimea all’estero, soprattutto in Turchia”denunciato.

Secondo Marine Traffic, la nave ha interrotto il suo transponder entro 12 ore dall’avvicinamento alla Turchia. Il ricetrasmettitore, obbligatorio durante la navigazione, invia un segnale satellitare che consente di determinare in modo permanente l’ubicazione dei locali.

Il diplomatico ucraino accoglie “Buona comunicazione e ampia cooperazione con le autorità turche”. “Abbiamo chiesto aiuto alla Turchia per risolvere il problema”Aggiunge

Ankara ha offerto la sua assistenza, su richiesta delle Nazioni Unite, per mettere in sicurezza le rotte marittime consentendo l’esportazione di grano ucraino intrappolato nei porti. La Turchia è un alleato dell’Ucraina, che le fornisce aerei da combattimento senza pilota, ma Ankara desidera mantenere una posizione neutrale nei confronti della Russia, che fa affidamento su di essa in particolare per le forniture di gas.

READ  Mali: insediato il primo ambasciatore italiano accreditato in Mali

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.