Volley – Champions League (H): Cannes largamente sconfitta dal Perugia


Pubblicato 15 dicembre 2021 alle 22:15 – Aggiornato 16 dicembre 2021 alle 02:31.

Marion nuvole

Nella sua seconda partita in Champions League, mercoledì sera ha battuto il Cannes contro Perugia e Wilfredo del Lione. Sconfiggi tre set a nessuno (15-25, 22-25, 18-25).

Il presidente Roslin ha avvertito che la Champions League non è più una priorità per il Team Dragons. Dopo aver subito una pesante sconfitta in Turchia nella prima giornata contro il Fenerbahce (3-0, 28-26, 25-21, 25-22), il Cannes si è nuovamente ritirato mercoledì sera durante il suo secondo incontro. Questa volta, in casa, di fronte a un cliente serio, il Perugia, i francesi hanno perso tre set a zero (15-25, 22-25, 18-25). Dopo il licenziamento dell’ex allenatore del club Horatio Delio e la partenza del tedesco Christian Froome al Vibo Valentia, Azurion semplicemente non ha tenuto testa a Wilfredo Leon e ai suoi compagni di squadra, incluso Thiis ter Horst (14 punti). Mentre Nikola Matiasevich subentrerà sabato per affrontare il match di Tours, il Dragon non era abbastanza armato per sconvolgere gli italiani, uno degli outsider nella vittoria finale. D’ora in poi, l’obiettivo sarà quello di salire il prima possibile in Ligue 1, dove Cannes è attualmente in svantaggio con solo due piccole vittorie in 12 partite.

La Champions League passerà in secondo piano

“Champions League? Sportivamente farai un passo indietro. Ma l’ironia è ancora importante perché spero che i giocatori possano giocare con invidia e senza pressioni dal risultato. È un’opportunità per giocare contro squadre come Perugia, a livello mondiale . Dire che stiamo fingendo di vincere sarebbe totalmente stupido data la situazione in cui ci troviamo. Se riusciremo a produrre pallavolo al nostro livello, con voglia e grinta, sarà per me una vittoria. (…) Può essere molto difficile, ma preferisco il 3-0 contro il Perugia che il 3-0 al PlessisMercoledì mattina, Jerome Roslin, sindaco di Cannes, ha spiegato il suo interrogatorio di L’Equipe sulle condizioni del club. (…) Ho parlato con il gruppo prima di questa partita, chiarendo che non avrei lasciato che la squadra affondasse. Possiamo cambiare lo staff ma possiamo anche cambiare i giocatori. “

READ  Vittoria e sconfitta per la Svizzera

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *