Virus sconosciuto di 15.000 anni trovato nel ghiacciaio del Tibet

– Thampapon / Shutterstock.com

L’analisi di campioni di ghiaccio di migliaia di anni prelevati da un ghiacciaio sull’altopiano tibetano ha rivelato dozzine di tipi di virus antichi, la stragrande maggioranza dei quali erano precedentemente sconosciuti alla scienza.

“È possibile che questi virus abbiano prosperato in condizioni estreme”.

I ghiacciai sono un ottimo strumento di protezione, in quanto intrappolano polvere e particelle di gas, oltre a microbi e materiale vegetale di epoche diverse. Man mano che questi strati si accumulano nel tempo, gli scienziati possono scavare e studiare il nucleo di ghiaccio per imparare molto sui climi antichi, sulla composizione dell’atmosfera e sui tipi di vita che esistevano in tempi diversi nel mondo.

Nel contesto del lavoro pubblicato sulla rivista microbiomae ricercatori diComunità dello stato dell’Ohio Campioni di ghiaccio di 14.400 anni sono stati raccolti dalla calotta glaciale di Giulia (Tibet). Il team ha quindi analizzato questi nuclei per determinare i tipi di virus contenuti e sono stati identificati i codici genetici di 33 virus. Se quattro di loro appartengono a tipi noti di اع fagi, virus che attaccano i batteri, di cui almeno 28 erano precedentemente sconosciuti alla scienza.

Il team ha ipotizzato che i virus probabilmente abbiano avuto origine nelle piante e nel suolo, ma non siano stati necessariamente colpiti dal freddo. In effetti, circa la metà di loro sembrava adattarsi bene alla vita nel ghiaccio. ” Si suppone che questi virus abbiano prosperato in condizioni difficili ‘, lui spiega Matteo Sullivan, coautore dello studio. ” Hanno improbabili firme genetiche che li aiutano a infettare le cellule in ambienti gelidi. »

— Iliuk Nazar / Shutterstock.com

Protocollo di sterilizzazione accurato

La contaminazione con i microbi moderni è un problema serio per questo tipo di studio, motivo per cui i ricercatori hanno sviluppato un nuovo protocollo per sterilizzare le carote di ghiaccio. Dopo aver rimosso strati di mezzo centimetro del materiale esterno con varie tecniche (raschiatura con sega a nastro, seguita da lavaggio con etanolo e acqua sterile), l’interno della polpa può quindi essere esaminato senza rischi.

READ  Sì, questa persona è anti-vaccino

Questo metodo è stato precedentemente testato su blocchi di ghiaccio artificiale ricoperti di batteri, virus eadn Stupido. Una volta completato questo protocollo in tre fasi, non è stata rilevata alcuna traccia di questi contaminanti.

La capacità di studiare i microbi antichi potrebbe aiutare gli scienziati a capire meglio come si sono evoluti, come hanno affrontato i cambiamenti climatici in passato e come possono farlo in futuro. Il metodo di sterilizzazione può essere utile anche per determinare tracce di sequenze genetiche virali in campioni prelevati da Luna o acceso Marte.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *