Uscita Mladenovic, programma semifinali

Classificata n. 2 a Portorose, la kazaka Yulia Putintseva si è qualificata per le semifinali battendo Lucia Bronzetti. Ti opporrai a un’altra italiana, Jasmine Paolini, che ama Sorana Cristiana. Non c’è metà invece per Kristina Mladenovic, sconfitta da Alison Riske, né per Tamara Zidancic, numero 1 slovena.

Dopo un giovedì piovoso, le partite hanno potuto svolgersi normalmente venerdì vicino a Portorose in Slovenia. Kristina Mladenovic non è riuscita a qualificarsi per la sua prima semifinale di questa stagione. E la francese, che stava giocando nel quarto trimestre del 2021, non ha potuto fare nulla contro l’americana n. 3 Alison Riske, che ha vinto 6-4 6-1 in 1:31.

Ma “Kiki” ha condotto 2-0 all’inizio della partita, prima di perdere cinque partite consecutive. E quando stava tornando sul 5-5, ha perso di nuovo la faccia, da qui il primo set. Nella seconda è stato Riske a portare il 2-0, e il francese è riuscito a liberarsi (2-1), ma poi ha perso il filo, e quattro partite di fila, quindi è l’americano che si unisce alla quest’ultimo. quattro. Troveremo Mladenovic dieci giorni dopo a Norsultan, e poi all’inizio di ottobre a Indian Wells.

Il pubblico sloveno ha avuto diritto a un poster onirico della sessione notturna, tra due dei suoi tre migliori attori. La più bassa in classifica, Kaja Jovan (classificata 103) che ha battuto la numero 5 e la numero 34 del mondo, Tamara Zidancic: 7-6, 6-3 in 1 ora e 55 minuti. Quest’ultimo è partito bene con un vantaggio di 3-1, ma Jovan ha subito spaccato (3-3) e tutto si è finalmente deciso nel tiebreak, vincendo 7-4 dal 20enne. Nel secondo set, Jovan ha rotto 2-1 e poi ha perso solo due punti al servizio, assicurandosi quella grande vittoria e un posto in semifinale contro Riske.

Putintseva occupa il suo rango

La testa di serie, Yulia Putintseva, ha battuto la testa di serie Lucia Bronzetti nel primo quarto di finale del programma.. Il kazako ha vinto 6-3 6-2 in un’ora e 23 minuti contro l’italiano dopo aver saltato completamente l’inizio della partita. In vantaggio per 3-0, il numero 44 del mondo ha guidato sei partite per intascare il primo set in tasca, poi ha vinto il secondo set con un tie-break 1-1, 3-1, prima di concludere con due punti.

READ  'Non sarà un problema': Donnarumma non ha paura di competere con Navas

In semifinale affronterà un’altra italiana Pontseva, Jasmine Paolini. Ha stordito la numero 87 del mondo eliminando la testa di serie numero 4 Sorana Kirstia, dopo tre set e 2:07 in gioco: 6-4, 4-6, 6-1. Paolini ha vinto il primo set con un break decisivo per 5-4, per poi passare 3-0 nel secondo. Ma Cirstea si è alzata per vincere sei delle prossime sette partite per pareggio tutto intorno. prima di crollare nel round finale, poiché l’italiano ha rotto due volte per raggiungere la final four.

Portorose (Slovenia, WTA 250, outsider forte, 199174 euro)
Detentore del titolo (2010): Anna Chakvetadze (Russia)

semi finale
Juvan (SLO) – Assunzione di rischi (USA, n. 3)
Paolini (ITA) – Putintseva (KAZ, n. 2)

Quarti di finale
Jovan (SLO) Pat Zidansik (SLO, n. 5): 7-6(4), 6-3
Rischio (USA, n. 3) pagaia Mladenovic (Francia) : 6-4, 6-1
Paolini (ITA) Pat Cerstia (ROU, n. 4): 6-4, 4-6, 6-1
Putintseva (Kazakistan, n. 2) Pat Bronzetti (ITA, Q): 6-3, 6-2

Putintseva (Kazakistan, n. 2) Christian Bat (ROU): 6-4, 6-4

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *