Uno degli imputati afferma: “Mi è stato presentato un fatto compiuto”.

Lo rassicurò dicendo che era stato posto “davanti al fatto compiuto”. Al processo a Parigi per la rapina al Bataclan Banksy, giovedì uno degli otto imputati si è difeso perché aveva “ordinato” l’atto, sostenendo di aver organizzato il suo trasferimento per amicizia e “impulso”.

Tre uomini hanno ammesso di aver rubato questa porta sul retro del teatro con stencil, il 26 gennaio 2019, poco dopo le 4:00, dal misterioso artista di strada britannico, una targa che è stata considerata un omaggio alle vittime del 13 novembre. .

Mehdi Muftah, a cui è stata mandata la porta lo stesso giorno nel Var, è sotto processo dalla loro parte.

Il padre 41enne, che ha vinto 5,5 milioni di euro alla lotteria e ha lanciato il marchio di t-shirt di lusso BL1.D prima del caso, dice di “aver commesso un errore” e “si rammarica di essere coinvolto in tutto questo”.

Il giorno degli eventi “mi ritrovo di fronte al fatto compiuto”, giuro al bar, ben rasato, giacca blu e pantaloni beige. Di fronte ai due uomini che gli hanno offerto il lavoro, ha detto: “Cosa vuoi che ci faccia?”

“+Ti avverto, non vado con +”, continua. “Cosa devo fare, chiamo la polizia? Joe è mio amico, e nella morte vado con lui”, aggiunge, spiegando che prima che la porta sia riposta nel bagagliaio.

Tuttavia, uno dei membri del trio venuto a conoscenza del furto ha annunciato di essere stato informato di un “ordine” di Mehdi Moftah, che avrebbe potuto rivendere la porta negli Stati Uniti.

Risponde: “Hmm, quello che hanno immaginato di me o quello che hanno sintetizzato come un film, non spetta a me porre la domanda”. Per lui, che ha detto di voler “trovare una scappatoia”.

READ  Cardi B Kids calls Peppa Pig's show of her daughter Kulture's obsession

“Sono due anni che aspetto questo momento per potermi esprimere [il a été interpellé en 2020, NDLR]. Ogni volta che ho provato a dire qualcosa, nessuno mi ha sentito! Si allontana anche lui, definendosi “l’idiota di questa storia.

– ‘Non in vendita’ –

Mehdi Moftah, un amante della street art, un tempo possedeva una copia cartacea della stampa di Banksy, conferma un presidente del giudice che gli chiede del suo interesse per l’artista.

Risponde: “Sono cresciuto per strada” e “street art”, “Se diventasse la nuova cosa trendy”, “ci convivevamo”, assicurando di conoscere l’artista da molto tempo.

Dopo aver vinto la lotteria, “Vedo che ha una valutazione, il suo messaggio è interessante. Ho i mezzi, posso permettermi Banksy”. Tuttavia, afferma di essere rimasto deluso dal “doppio discorso” dell’artista.

Il presidente ha indicato che il valore della porta era compreso tra 500.000 e 1 milione di euro durante l’indagine condotta dal direttore del Bataclan.

“I pochi esperti intervenuti hanno detto: Invendibile”, ha risposto in particolare l’imputato.

Sulle questioni giudiziarie, continua. “Quarantotto ore” dopo aver ricevuto la porta, “ho capito le mie sciocchezze”.

“Lo prendo, lo metto nel mio camion, lo scaccio. Allontano il problema.” L’opera ricoperta di sabbia è stata portata in un hotel a Tortoreto, nella città italiana dell’Abruzzo, da un cugino e da uno dei suoi amici – che secondo lui si sono pentiti di essere “coinvolto” nella “corsa”.

Anche loro, come lui, vengono condannati per “occultamento di furto aggravato”. Guidando, affermano di aver appreso la vera natura degli affari solo dopo il viaggio.

Sotto processo anche il 58enne albergatore italiano.

READ  Il mondo culturale italiano in fermento dopo la vittoria di Giorgia Meloni

Annunciò tramite un traduttore di voler fare dei lavori e poi trasferì il “dipinto” nella soffitta di una fattoria a una quindicina di chilometri a Sant’Omero.

Solo lì ha affermato di aver visto il “disegno”. Ma afferma che nessun contatto è stato preso con il Bataclan prima dell’intervento dei Carabinieri italiani venuti a prendere il controllo della porta il 10 giugno 2020. “Sto molto male e chiedo scusa alle vittime e alla Francia”.

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.