una nuova legge inasprisce l’accoglienza dei minori stranieri non accompagnati

una nuova legge inasprisce l’accoglienza dei minori stranieri non accompagnati

La senatrice del Pd italiano, Sandra Zampa, è furiosa. Autrice di una legge nel 2017 che rafforza la protezione dei migranti non accompagnati sotto i 18 anni, ritiene che sia stata semplicemente completamente svuotata della sua sostanza. “È una pagina nera per il nostro Paese, lei dice. La destra e l’estrema destra hanno dato il via libera a provvedimenti che violano profondamente i diritti delle persone più vulnerabili e non forniscono alcuna risposta alle sfide, ma anche alle opportunità, che la migrazione rappresenta per il nostro futuro e quello del mondo. ‘Europa. »

Cinque mesi di detenzione

Infatti, i migranti minori non accompagnati (1) possono ora essere collocati, a partire dai 16 anni, nei centri di detenzione per adulti, per un periodo massimo di cinque mesi, invece dei tre previsti dal testo originario. del decreto. Per i minori di 16 anni la durata della permanenza nelle strutture di prima accoglienza per minori aumenta da 30 a 45 giorni.

“Non garantire più l’accoglienza a tutti i minori nei centri dedicati significa che i giovani migranti non avranno più gli stessi diritti fondamentali di cui godono i minori italiani ed europei.Ciò va chiaramente contro la Convenzione europea dei diritti dell’uomo”, avverte l’associazione Save the Children.

Questa ONG è tanto più preoccupata che una nuova misura consentirà di effettuare esami antropomorfici e radiologici per verificare l’età dei giovani privi di documenti. “La legge autorizza questi esami senza prevedere modalità meno invasive, né la presenza di un mediatore linguistico, sottolinea la direttrice dei programmi Italia-Europa, Raffaela Milano. Errori nella valutazione dell’età, che sono inevitabili, possono portare a procedure di detenzione illegittima o di respingimento. E la legge afferma che un giudice può ordinare l’espulsione di un presunto minorenne se condannato per falsa dichiarazione sull’età. »

Non chiacchiere ma fatti”

Anche un’altra disposizione solleva serie preoccupazioni. In presenza di flussi migratori significativi, la capienza massima può essere aumentata del 100% nei centri di ricongiungimento per adulti e del 50% nei centri per minori. “Questa è una logica di emergenza totalmente aberrante! indignata la deputata del Movimento 5 Stelle, Carmela Auriemma. Sarà quindi legale stipare 900 persone nell’hotspot di Lampedusa, progettato per accoglierne la metà, e che è già regolarmente saturo. Inoltre non sono stati stanziati fondi per adeguare le strutture ad una maggiore capienza né per soddisfare le esigenze igienico-sanitarie. »

Per Andrea de Priamo, senatore di Fratelli d’Italia, il partito del capo del governo Giorgia Meloni, invece, la nuova legge risponde bene alle aspettative degli italiani: “Non chiacchiere, ma fatti per contrastare i migranti clandestini e garantire più sicurezza nel nostro Paese; lo dimostriamo concretamente. »

Resta da vedere se l’Italia non verrà sanzionata per l’ennesima volta dalla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo. La Corte europea dei diritti dell’uomo (CEDU) l’ha appena condannata per aver detenuto, per quasi due mesi nel 2017, quattro minorenni del Ghana “in condizioni disumane e degradanti”, all’interno del centro di raggruppamento di Taranto, in Puglia.

READ  Direzione Italia per Jean-Michel Chougny

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *